il liquidatore Antonio Fiumefreddo

TAORMINA –  ”E’ arrivato il momento di arrivare ad una svolta sugli ascensori di collegamento tra Lumbi e centro storico. Con il sindaco siamo pronti a spingere, sin da questo momento, presso la Regione per ottenere al più presto il parere favorevole alla realizzazione di un’opera che da 26 anni e’ rimasta l’incompiuta di Taormina”. Lo ha dichiarato il commissario liquidatore di Asm, Antonio Fiumefreddo, che così annuncia ufficialmente la volontà della municipalizzata insieme al Comune di Taormina di avviare il pressing per andare alla stretta finale e così ottenere dalla Regione il via libera alla previsione e costruzione degli ascensori per il collegamento diretto tra il Lumbi e la via Fontana Vecchia.

“Il collegamento tra il parcheggio Lumbi e il centro di Taormina con gli ascensori – spiega Fiumefreddo – rappresenta una grande incompiuta e per certi versi una dimensione della vergogna di come sono andate le cose negli anni. E’ arrivato il momento di risolvere la questione e spingere in tutti i modi affinché si possa realizzare questa opera fondamentale anche per la vocazione turistica della Città di Taormina e quindi con il sindaco, certamente, eserciteremo in sede regionale la volontà ferma di ottenere finalmente questo parere dal comitato tecnico della Regione affinché si possano realizzare gli ascensori, e magari anche un tappeto mobile, che colleghi il Lumbi direttamente con il centro storico di Taormina”.

Si punta all’inserimento del progetto (del costo di circa 4 milioni) nell’elenco delle opere “complementari” per i comuni che saranno interessati dalla nuova linea ferroviaria. La questione verrà affrontata a breve con l’assessore ai Trasporti e alle Infrastrutture, Marco Falcone, nel tentativo di incassare un parere positivo da Palermo entro fine anno o al più tardi nei primi mesi del 2022. “Serve un nuovo progetto e un nuovo finanziamento”, ha evidenziato il sindaco Mario Bolognari. Potrebbe essere adeguato, comunque, il vecchio progetto che a suo tempo (il Lumbi venne inaugurato nel 1995) aveva già ottenuto i relativi pareri favorevoli, compreso quello della Soprintendenza.

Nell’ambito della nuova linea ferroviaria Rfi si farà carico di realizzare un collegamento meccanico verticale tra la nuova stazione ferroviaria (sotterranea), individuata ai piedi del piazzale della Madonnina, e il posteggio Lumbi, mentre dovrà passare al vaglio di un comitato tecnico regionale la previsione degli ascensori che potrebbero poi connettere il Lumbi con la via Fontana Vecchia.

© Riproduzione Riservata

Commenti