TAORMINA – Proseguono le verifiche all’ospedale di Taormina dopo il focolaio Covid che si è scatenato interessando personale medico e pazienti di alcuni reparti del San Vincenzo. Dopo i 18 casi di positività che erano emersi tra domenica e lunedì, sono stati eseguiti 500 tamponi antigenici e non sono emersi ulteriori casi. Ma nella giornata di ieri sono stati anche effettuati circa 200 tamponi molecolari riguardanti i reparti di Cardiologia, Medicina e Rianimazione, per avere ulteriore certezza che non vi siano altri casi di positività nel personale in forza all’ospedale e nei degenti, dunque anche a protezione dei pazienti che si trovano nei reparti della struttura di contrada Sirina.

Intanto la direzione sanitaria del presidio ospedaliero ha disposto al fine di contenere l’emergenza la temporanea sospensione delle attività ambulatoriali in ospedale. “Al fine di contenere l’afflusso di utenti esterni al presidio – afferma il direttore sanitario del San Vincenzo, dott. Paolo Cardia -, stante l’attuale emergenza di pazienti Covid positivi all’interno di alcune unità ospedaliere, nell’ambito delle misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica, si rende noto che con decorrenza immediata e sino al 9 maggio, vengono sospese temporaneamente tutte le attività ambulatoriali limitando l’accesso esclusivamente alle prestazioni in urgenza, alle patologie oncologiche e riferite al percorso nascita. I direttori responsabili delle Unità Operative si atterranno scrupolosamente a tale disposizione garantendo il divieto assoluto di accesso al presidio ad utenti esterni non autorizzati”.

© Riproduzione Riservata

Commenti