TAORMINA – La casa municipale di Taormina punta a mettere in sicurezza e valorizzare il transito nella Via Crucis, uno dei sentieri più frequentati dai turisti ma anche dai residenti. Si tratta di una scalinata che collega il centro storico di Taormina, all’altezza della Via Circonvallazione, con il Santuario di Madonna della Rocca (ed anche con il Castello di Taormina). L’Amministrazione intende attivarsi per ottenere un finanziamento dalla Regione Siciliana per sistemare il panoramico percorso.

“In questa scalinata – afferma il sindaco Mario Bolognari – è caduto un masso qualche anno fa e a suo tempo, prima della pandemia, ho fatto un sopralluogo con la Protezione Civile e mi ha impressionato il flusso continuo di persone, con molti stranieri e intere famiglie, che salivano e scendevano continuamente. E’ un percorso suggestivo che i turisti apprezzano molto e che al momento non possiamo valorizzare sino a quando permane in un tratto di questo sentiero una situazione di pericolo. Il dirigente generale della Protezione Civile regionale, ing. Salvo Cocina, ci ha indicato di avviato un iter analogo a quello che ha portato nei mesi scorsi a risolvere la problematica della scalinata per il Castello. Non si può intervenire per immaginare un piano di interventi su tutta la scalinata perchè altrimenti servirebbe un lavoro milionario ma è fattibile, invece, un iter nel quale ci si possa concentrare sul punto dove allora è avvenuto un distacco e così effettuare il disgaggio delle pietre nell’area in questione, lì dove potrebbero cadere delle pietre, e posizionare una rete sempre nel punto specifico. Ed è così che procederemo”. La scalinata è di competenza del Comune ma bisognerà anche predisporre l’iter di concerto con i privati, perché i terreni che si trovano sui lati del costone non sono di pertinenza pubblica.

© Riproduzione Riservata

Commenti