Le spiagge italiane, e dunque anche quelle del comprensorio di Taormina, pur nell’incertezza assoluta del momento, si preparano alla stagione turistica 2021. Intanto è stata scongiurata la prospettiva di una chiusura che avrebbe aggravato la crisi degli operatori del settore, ed in particolare dei gestori di stabilimenti balneari.

Il nuovo decreto riaperture del 26 aprile prevede il via libera per gli stabilimenti balneari a partire dal 15 maggio ma il ministro Massimo Garavaglia ha successivamente chiarito che non esistono ad oggi limitazioni per le spiagge e dunque gli operatori possono già da ora aprire gli impianti.

Saranno queste le regole previste per l’estate 2021:

-Una distanza tra ombrelloni di 10 metri
-Una distanza di almeno un metro tra le attrezzature di spiaggia quindi lettini, sedie a sdraio etc
-Numero di ombrelloni ridotto al 30% o 40%
-Presenza di steward da spiaggia per illustrare le regole e accompagnare i clienti all’ombrellone
-Divieto di feste, assembramenti, obbligo di prenotazione degli ombrelloni con entrata e uscita differenziata grazie a percorsi ad hoc
-Divieto dell’uso promiscuo delle cabine
-Obbligo di mascherina qualora non si riesca a rispettare in spiaggia la distanza di almeno un metro e igienizzazione degli spazi comuni.

In merito alle spiagge libere, varranno ugualmente le regole dello scorso anno che prevedono una sorveglianza attiva e disinfezione dei servizi presenti.

© Riproduzione Riservata

Commenti