ROMA (ITALPRESS) – “Speriamo che il governo all’ultimo momento possa cambiare qualcosa”. Questo è l’appello del presidente della Fipav, Giuseppe Manfredi, in merito alla possibile, parziale riapertura degli impianti a partire dal primo giugno, dopo che era stata indicata la data del primo maggio. Una scelta, assicura Manfredi in un forum nella sede romana dell’Italpress, che “non ci può soddisfare assolutamente. Eravamo abbastanza tranquilli, avevamo sperato che si potesse riaprire almeno per una piccola percentuale di pubblico, perchè le nostre società sono davvero in difficoltà”. “Non saprei dire se è successo qualcosa nelle ultime ora, probabilmente avranno avuto delle buone ragioni che noi non comprendiamo. Nel momento in cui riapriamo i cinema e i teatri – sottolinea il numero uno della Federvolley – qualche difficoltà a capire l’avremo…”. Nel frattempo, la pallavolo azzurra si prepara alle imminenti Olimpiadi con legittime ambizioni: “Andiamo a Tokyo per fare bene – sottolinea Manfredi – Sappiamo di avere due Nazionali competitive e stiamo preparando la spedizione a Tokyo. Tra poco le due selezioni saranno in collegiale, sicuramente diremo la nostra. Partiamo per fare bene, sappiamo che ci stiamo preparando per disputare una grande Olimpiade”.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti