Le associazioni del settore extralberghiero si uniscono in una federazione nazionale. La notizia, che imprime una svolta in questo ambito, coincide con la nascita di F.A.R.E., la Federazione Associazioni Ricettività Extralberghiera. Il 15 aprile 2021, dopo un anno di lavoro – non senza difficoltà per le limitazioni imposte dalla pandemia – oltre 40 associazioni, che coprono l’intero territorio nazionale, hanno partecipato alla fondazione della Federazione F.A.R.E. La Federazione, libera e indipendente dalle altre sigle, agirà non solo da organo di tutela, ma anche da propulsore per questo settore ricettivo, che raccoglie contestualmente l’insieme di tutte le categorie di attività extralberghiere e le locazioni brevi/turistiche. A Taormina riferimento di F.A.R.E. sarà l’associazione TaoXenia, presieduta da Paola Costa, che conferma: “Siamo orgogliosi di far parte di questo progetto virtuoso e strategico come soci fondatori”.

F.A.R.E. si prefigge di perseguire importanti obiettivi, tra cui: diffondere e promuovere la conoscenza e il riconoscimento dell’importanza e della potenzialità dell’ospitalità non alberghiera; promuovere, salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale locale, il territorio e i valori dell’ospitalità turistica familiare, nonché tutelare le sue varie espressioni (imprenditoriali e non); promuovere la legalità e il rispetto delle normative;
garantire alle istituzioni supporto competente e collaborazione attiva nei processi di semplificazione e di omogeneizzazione della normativa nazionale e regionale; incoraggiare l’accoglienza e un turismo inclusivo, sollecitando l’attenzione sui temi dell’accessibilità degli spazi e della fruibilità dei servizi.

Il settore extralberghiero, che coinvolge centinaia di migliaia di strutture ricettive e di locazioni turistiche – il 55% dei posti letto sul territorio nazionale – alimenta un turismo alternativo di forte attrattiva, promuovendo l’ospitalità diffusa, in angoli del nostro Paese dove non esisteva alcuna forma di ricettività, e valorizzando l’accoglienza turistica familiare e il patrimonio storico, culturale e ambientale italiano. Finora questo importante segmento dell’economia italiana non aveva una federazione nazionale di riferimento: con la nascita di F.A.R.E. si colma finalmente questo vuoto, offrendo sia ai mezzi di comunicazione, che ai decision maker politici, una voce univoca ed autorevole aperta al confronto sulle tematiche del settore.

© Riproduzione Riservata

Commenti