il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci

TAORMINA – “In Sicilia speriamo attraverso la campagna vaccinale entro i prossimi due o tre mesi di aver in parte immunizzato la nostra comunità. Siamo ottimisti ma ovviamente adesso servono i vaccini”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in visita oggi a Taormina, nella capitale del turismo siciliano dove ha consegnato i lavori per la scalinata di accesso al Castel Tauro.

Musumeci ha fatto così il punto della situazione sull’ipotesi di ritorno in zona rossa della Sicilia: “Chi va verso la zona rossa – ha detto il governatore – è l’indisciplinato. Qui non c’è nessun marziano che viene ad assediare la Sicilia con il Covid19. Siamo noi siciliani che in molti casi siamo irresponsabili e indisciplinati. Oggi stiamo pagando gli effetti di Pasqua e Pasquetta. A gennaio abbiamo dovuto chiudere, su mia richiesta, perché si erano visti in modo allarmante gli effetti del Natale e del Capodanno. E’ probabile che andremo in zona rossa. Vorrei evitarlo e scongiurarlo ma non sono io che decido. Sono i numeri e i parametri che abbiamo il dovere di osservare. Stiamo adottando delle misure restrittive localizzate per evitare che il contagio possa diffondersi ma se arriveremo alla zona rossa per un paio di settimane inevitabilmente potremo dire che la situazione sarà proiettata verso una quasi normalità.

© Riproduzione Riservata

Commenti