GIARDINI NAXOS – La situazione riguardante l’emergenza Coronavirus anima il dibattito politico a Giardini Naxos e sulla questione si è registrata una presa di posizione con una nota da parte del sindaco Giorgio Stracuzzi.

“Ancora una volta l’Amministrazione Comunale di Giardini Naxos da me rappresentata – afferma Stracuzzi – è oggetto di un tentativo di delegittimazione politica approfittando di una tematica sensibile quale quella dei contagi da Covid 19. In particolare ci appaiono inopportune le esternazioni formulate attraverso i social da esponenti del locale gruppo politico “Fratelli d’Italia”, considerato che l’Amministrazione Comunale informa la cittadinanza ed opera le opportune scelte non in modo arbitrario ma basandosi esclusivamente sui dati ufficiali forniti dalla ASP competente; siamo altresi consapevoli delle difficoltà che la stessa quotidianamente deve affrontare per la gestione puntuale delle informazioni relative all’andamento dei contagi, nonostante l’impegno quotidiano profuso su questo fronte. Proprio per questo ci amareggia profondamente constatare come alcuni soggetti tentino di speculare con cinismo, superficialità ed incoscienza, sulle dinamiche che questo percorso comporta”.

“Non è nostro interesse rincorrere dichiarazioni disinvolte ed inconsistenti la cui sola finalità appare essere la ricerca di visibilità da ottenere a tutti i costi, tuttavia non possiamo astenerci dallo stigmatizzare tali comportamenti. Invitiamo pertanto, gli autori delle stesse esternazioni ad assumere atteggiamenti piu responsabili, e i referenti politici provinciali e regionali a stigmatizzare tale modus operandi tendente soltanto a disgregare piuttosto che ad instaurare il necessario rapporto di collaborazione tra i diversi attori socio politici. Resta ferma la nostra piena disponibilità a recepire le istanze provenienti da qualsiasi formazione politica purchè queste vengano formulate con spirito responsabile e costruttivo, nell’intento di migliorare il contesto in cui ci troviamo ogni giorno a vivere ed operare”.

© Riproduzione Riservata

Commenti