TAORMINA – La stagione turistica inizia ad avvicinarsi, la pandemia non molla la presa e i contagi sul territorio nel frattempo sono risaliti a causa della variante inglese, ma a Taormina e nel comprensorio nessuno vuole rinunciare alla prospettiva di poter finalmente ripartire e dare avvio ad un progressivo ritorno alla normalità. Forse già in settimana entrante partiranno i lavori per allestire il Covid Hub al Lumbi di Taormina e dal momento in cui si darà avvio a questi interventi occorreranno poi 7 o 10 giorni al massimo per essere pronti.

Nei 16 box che effettueranno circa mille vaccinazioni al giorno si conta di cominciare ad imprimere così una svolta nella lotta al Coronavirus e secondo le previsioni delle autorità sanitarie l’aspettativa è quella di poter rendere Taormina Covid Free entro il mese di giugno. Ciò significa che entro la fine di giugno potrebbe essere ultimata la vaccinazione dei residenti del polo turistico di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola e quindi si conta di mettere in sicurezza la popolazione ed immunizzare la filiera turistica, il comparto produttivo di un territorio che spinge per cominciare a tornare ad un minimo di normalità dopo un anno di chiusure e fatturato zero. Dunque, la grande sfida sta per partire e si va verso un’autentica corsa contro il tempo. Due gli obiettivi: mettere in sicurezza i cittadini di Taormina e l’hinterland dall’ennesimo assalto del virus soprattutto rendere credibile la speranza di salvare attività economiche che in molti casi sono ormai in grave difficoltà.

© Riproduzione Riservata

Commenti