TAORMINA – “Per quanto riguarda la bufera che ha colpito la Regione in questi giorni, ho ricontrollato tutti i dati, sia quelli dei periodi pregressi che quelli più recenti dei contagi da Coronavirus avvenuti a Taormina. Omissioni di casi di numeri di persone positive nel nostro territorio non me ne risultano”. Lo ha dichiarato il sindaco di Taormina, Mario Bolognari in riferimento all’inchiesta in atto sui dati dell’emergenza Coronavirus in Sicilia.

“Noi facciamo delle telefonate e chiamiamo delle persone e cerchiamo di informarci. Quindi arriviamo a conoscere le condizioni delle persone prima che ci arrivino le comunicazioni ufficiali, i cittadini si fidano e rivelano se sono risultati positivi. Non mi risulta che qui ci siano state omissioni e casi che non sono poi risultati ufficialmente. Non credo che le indagini in corso potranno avere qualche sorpresa per Taormina. I casi avuti qui sono quelli che già conosciamo. A Taormina niente è stato nascosto e niente sarà nascosto, stesso discorso vale per le vaccinazioni”.

“Ritardi invece ce ne sono stati – ha aggiunto il primo cittadino -, ce ne sono oggi e ce ne saranno ancora. Questo è sinonimo di scarsa organizzazione, è così. E bisogna conviverci con questa disorganizzazione, cercando di essere prudenti, attenti, saggi e non perdere la testa”.

© Riproduzione Riservata

Commenti