Eddy Tronchet

TAORMINA – La zona a mare improvvisamente diventa per intero, da Mazzeo a Villagonia, “Mazzarò” e sulla vicenda dei cartelli della discordia forte disappunto viene espresso in una nota dal presidente di “Patrimonio Sicilia”, Eddy Tronchet.

“Se voleva essere uno scherzo di primo aprile anticipato non è stato molto gradito dai residenti di Taormina Mare che si sono visti attribuiti una nuova identità di quartiere senza essere stati interpellati. Scomparsi le importanti frazioni di Mazzeo, di Spisone, di Isola Bella e di Villagonia. Tutto è diventato Mazzarò in un’ottica di toponomastica globalizzata!
Che di macroscopico errore si sia trattato sembra ovvio, e con altrettanta chiarezza sta emergendo una impressionante mancanza di coordinamento tra enti preposti al territorio come Anas e Comune di Taormina. Il primo che interviene goffamente su di uno strumento fondamentale per l’orientamento ed il secondo che acconsente a terzi di predisporre modifiche senza alcun parere tecnico dell’ente. Anas e Comune di Taormina vanno ritenuti egualmente responsabili di questo pasticcio ridicolo e significativo del livello di incompetenza degli enti in questione. E adesso cosa succede? Si mette in moto la macchina burocratica. Telefonate, spiegazioni, attribuzioni di responsabilità, azioni legali e quant’altro. Nel frattempo si avvicina la auspicata stagione turistica che già incerta di per se, aggiunge confusione alla cartellonistica generale di Taormina. Ci si chiede se sia possibile accettare passivamente un tale sistema incongruente o se si vuole riformare gli enti pubblici in reali aziende sottoposte a verifiche ed a parametri qualitativi di rendimento?”.

“E’ inimmaginabile che l’Anas abbia deciso, predisposto e realizzato i nuovi cartelli stradali senza una minima consultazione presso gli uffici tecnici del Comune di Taormina. L’incidente grottesco e irritante lascia capire una differenza di interpretazione del significato di frazione regolato dalla legislazione amministrativa e di località intesa come identità ben definita e che un Comune può e deve tutelare. Villagonia possiede le sue caratteristiche paesaggistiche, storiche e culturali a stretto contatto e quasi in simbiosi con il Comune di Giardini Naxos. La grande frazione di Mazzeo vive una realtà quasi interamente proiettata sul mare e sulle sue grandi risorse a contatto con il Comune di Letojanni. Né l’una né l’altra vanno confuse con Mazzarò, Isola Bella e Spisone che possiedono a loro volta peculiarità ricche di suggestioni che è nostro dovere mantenere e valorizzare il più possibile. Rimaniamo in attesa degli sviluppi di questa vicenda di cui avremmo fatto volentieri a meno in procinto della “stagione turistica” incombente”.

© Riproduzione Riservata

Commenti