La Sicilia stringe i tempi per la campagna vaccinale che diventa un obiettivo da non fallire per mettere in sicurezza la popolazione dal Coronavirus e a questo punto assume il senso di una vera e propria corsa contro il tempo per salvare il salvabile della stagione turistica 2021. Il generale Francesco Figliuolo, commissario de governo perla campagna vaccinale, si è recato stamattina a Messina, all’hub della Fiera. Il generale è arrivato accompagnato dal sindaco Cateno De Luca e dal direttore generale dell’Asp Messina, Bernardo Alagna. Prevista per lui anche una visita a Catania.

“La Sicilia sta facendo 20mila vaccinazioni al giorno e siamo nel pieno target della campagna vaccinale – ha detto il generale – Che però punta a raddoppiare il numero, creando nuovi hub e nuovi punti di vaccinazione. In Italia nella settimana tra il 29 marzo ed il 3 aprile arriveranno oltre un milione di dosi Pfizer, oltre 500mila dosi Moderna e oltre un milione 300mila Astrazeneca”.

“Ci hanno detto che per i primi di aprile dovrebbero arrivare 110mila filale dei tre vaccini, speriamo possa essere così”, ha fatto sapere nel frattempo il governatore Nello Musumeci.

Proprio in queste ore, stando al report pubblicato dal Governo Draghi, la Sicilia è diventata, nel parallelo con le altre regioni italiane, la prima regione per percentuale di dosi di vaccino anti Covid inoculate: l’86%, di fronte a una media nazione del 82,2%. Ne sono state somministrate 723.242 delle 840.535 ricevute.

E adesso in Sicilia si punta, come detto, ad ampliare i centri vaccinali, in un piano che prevedrà nelle prossime settimane l’attivazione di altri strutture dedicate nell’isola. E’ in dirittura d’arrivo l’iter che porterà all’attivazione del Covid Hub al parcheggio Lumbi di Taormina. Questa struttura si farà carico di accogliere la popolazione di Taormina ma anche dei più vicini centri di Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola. I lavori al parcheggio Lumbi dovrebbero iniziare nei prossimi giorni e consentiranno l’allestimento del centro anti-Covid nell’arco di un tempo stimato tra i 7 e i 10 giorni. Già nel mese di aprile si conta, dunque, di far scattare le vaccinazioni al Covid Hub. Il primo polo turistico siciliano spinge per l’attivazione immediata di una struttura che potrebbe diventare fondamentale per far partire una stagione ancora paralizzata sino a questo momento dall’incubo delle varianti e dalle congiunture internazionali che tengono in scacco il turismo e gli spostamenti di tanti cittadini stranieri.

.

© Riproduzione Riservata

Commenti