parcheggio Porta Catania

TAORMINA – Via libera del Consiglio comunale di Taormina alle agevolazioni con la sosta gratuita dei residenti di Taormina nei parcheggi Lumbi e Porta Catania sino al 31 maggio. L’assemblea ha dato l’ok alla proposta di delibera presentata dall’assessore Graziella Longo, che era arrivata in aula già il 2 marzo scorso e sulla quale erano emerse perplessità circa la fattibilità dell’iniziativa. Sul punto si era ipotizzato il rischio di un danno economico all’Asm. A sbloccare la questione adesso un emendamento presentato dalla maggioranza che esclude dalla concessione gratuita dei parcheggi Lumbi e Porta Catania le giornate festive e limita la possibilità di permanenza gratuita nei posteggi ad un massimo di due ore consecutive. In precedenza, nella prima stesura della delibera, si prevedeva la sosta senza pagare dalle ore 8 alle 18 al Lumbi, e dalle 8 alle 14 al Porta Catania.

“La modifica che abbiamo presentato – ha evidenziato il consigliere di maggioranza, Piero Benigni – dispone di consentire ai residenti di Taormina sino al 31 maggio (salvo proroghe) l’utilizzo gratuito delle strutture Porta Catania e Lumbi, dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 14 per un massimo di due ore consecutive giornaliere, con esclusione dei giorni festivi anche infrasettimanali”. Al superamento delle due ore, la tariffa sarà scontata del 50% con esenzione dal pagamento del ticket. Le agevolazioni verranno applicate alle medesime condizioni anche per i possessori di pass residenti di Castelmola. Non ci sarà, invece, il rimborso agli abbonati, proposto dalla minoranza, che aveva paventato un danno per chi ha già pagato l’abbonamento. Questo emendamento è stato bocciato.

“Questo aspetto sugli eventuali ristori o rimborsi che potrebbero essere richiesti dagli abbonati – ha detto il presidente della Prima Commissione Consiliare, Salvo Brocato – è stato superato perché eventualmente si può applicare quello che si è già verificato nell’ambito dell’emergenza sanitaria per i proprietari di abbonamento e cioè considerare i due mesi di lockdown totale (marzo e aprile) rimborsabili non con la restituzione di denaro ma con il prolungamento di due mesi dell’abbonamento in essere. Piuttosto che dare il parcheggio gratis per mezza giornata, alla fine sarà l’agevolazione soltanto per due ore. Ciò significa, facendo un calcolo, che saranno circa 120 le ore di gratuità. Anche un rimborso esiguo potrebbe essere un problema per un’azienda come Asm che ha delle difficoltà”.

“Secondo la maggioranza non ci sarà danno erariale ma anche queste due ore di sosta gratuita dovranno essere rimborsate agli abbonati, il conteggio andrà fatto in ogni caso – replicano i consiglieri di opposizione Antonio D’Aveni e Salvo Cilona -. Non è sbagliato dare un sostegno ai residenti che vengono costretti dalla nuova viabilità a fare il giro di Taormina ma bisognava sedersi a parlare e confrontarsi con il liquidatore di Asm. Il tempo dirà chi ha ragione e chi ha torto, noi siamo convinti che darà torto a questa Amministrazione, a partire dalle scelte sbagliate sulla nuova viabilità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti