Davide Ferrara

TAORMINA – Gli attivisti del M5S di Taormina continuano la loro battaglia sulla nuova viabilità a Taormina e inviano un documento all’Amministrazione comunale con la richiesta che vengano apportati alcuni correttivi all’ordinanza in vigore dallo scorso 8 marzo.

“Il gruppo di attivisti del Movimento 5 stelle “Taorminesi in Movimento” – spiegano i grillini – si sono riuniti in data 15/03/2021 per discutere dei problemi scaturiti dall’istituzione del senso unico a Taormina centro in data 08/03/2021, in particolare sono state analizzate le criticità riguardanti i quartieri “Chiusa” e “Cuseni” il cui isolamento non è tollerabile e il giro di 4500m per spostarsi da una zona all’altra non è assolutamente sostenibile, al termine della riunione è stato redatto il seguente documento da sottoporre all’amministrazione comunale. L’istituzione di questo nuovo senso unico può certamente avere aspetti positivi per la città di Taormina, ma senza dubbio presenta molte importanti criticità. Dopo un’attenta analisi, ascoltando chi tutti i giorni vive le situazioni, e valutando le percorrenze e i punti critici, abbiamo stilato una serie di proposte da sottoporre a questa amministrazione al fine di migliorare la vivibilità per residenti, lavoratori e visitatori, integrando quanto da loro predisposto. Ci auguriamo che le nostre proposte vengano prese in considerazione, e non ignorate, come si è fatto finora, in un’ottica di collaborazione tra l’amministrazione, i cittadini e i gruppi attivi sul territorio”.

Questo il documento inviato all’Amministrazione comunale di Taormina, avente ad oggetto la viabilità di Taormina centro: “Con Ordinanza dirigenziale del corpo di Polizia Municipale n. 38 del 11/04/2019 ed entrata in vigore l’08/03/2021, è stato istituito il senso unico sulla via Leonardo Da Vinci in direzione valle-monte nel tratto tra il bivio con via Von Gloden e il bivio con via Dionisio I. Di fatto impedendo il transito dalle zone alte e da Sud della città alla zona del quartiere “Cuseni”. Il percorso con l’attuale situazione viaria, tra il bivio di via Von Gloden con la via Leonardo Da Vinci e la piazza Andromaco è di 4.500 m, percorrendo via Kitson e la prima galleria, oltrepassando il semaforo di via Crocifisso, la galleria Monte Tauro, un tratto di via Mario e Nicolò Garipoli, viale San Pancrazio, via Costantino Patricio, via Circonvallazione e via Dionisio I, contro i soli 350 m del precedente percorso su via Leonardo Da Vinci e via Dionisio I. La piazza Andromaco è un importante crocevia per raggiungere numerose residenze, garage, magazzini e attività commerciali siti in: via Diodoro Siculo, Viale Apollo Arcageta, via Paternò di Biscari, via Otto Geleng, via Von Gloden e zone limitrofe”.

“Visto il naturale collegamento tra i quartieri “Chiusa” (residenziale) e “Cuseni” (commerciale), che serve questa utenza, è necessario mantenere dei collegamenti tra residenze e servizi. I residenti e gli imprenditori ricadenti nelle vie sopra menzionate, e tutta l’utenza proveniente dalle zone alte della città e da Castelmola, per raggiungere le loro abitazioni, magazzini o le attività commerciali sono costretti a un lungo giro che obbliga a passare dal semaforo di via Crocifisso, zona notoriamente ad alto tasso veicolare, e da via San Pancrazio, zona notoriamente intasata dal traffico e dai pedoni sulla carreggiata, specialmente durante la stagione turistica, andando ad incrementare il traffico e allungando di molto le percorrenze, i consumi di carburante e l’inquinamento, cosa che non è sostenibile. Tra l’altro dobbiamo segnalare che in questi giorni purtroppo numerosi mezzi hanno percorso la via Von Gloeden contro senso, evidentemente vi è un’esigenza reale di accorciare le percorrenze”.

“Ci teniamo a precisare che le attività in questione danno lavoro e dignità a diverse famiglie e offrono prodotti e servizi, anche di prima necessità, utili a tutta la collettività. Un’istanza spontanea di cittadini, protocollata il 02/02/2021 in sede di Consiglio Comunale, riguardante proposte di modifica dell’ordinanza riguardante il “senso unico” ha raccolto 495 firme per chiedere di mantenere, esclusivamente ai residenti di Taormina e Castelmola, il doppio senso di circolazione sulla via Leonardo Da Vinci con il limite, per i mezzi in discesa, al transito di veicoli con massa inferiore alle 3,5 t”. 

“Preso atto che questa Amministrazione ha dimostrato di non accogliere l’istanza popolare sopra menzionata. Visti i basilari principi dell’urbanistica e della viabilità che impongono riduzione delle percorrenze e collegamenti agevoli tra residenze e servizi.

Per quanto in premessa è intenzione dei sottoscritti ridurre l’inquinamento in città, i tempi di percorrenza, il caos dovuto al traffico e migliorare la vivibilità per tutti, residenti, lavoratori e visitatori, chiediamo: 1) Di ripristinare il doppio senso di circolazione ai veicoli di massa inferiore alle 3,5 t, autorizzando il transito in discesa ai soli residenti di Taormina e Castelmola, nella via Leonardo Da Vinci dal bivio con la via Von Gloeden al bivio con la via Dionisio I, come chiesto dai 495 cittadini sottoscrittori dell’istanza sopra menzionata; 2) In alternativa, e con la massima urgenza, perché misura necessaria e propedeutica al completamento dell’anello circolare del senso unico da voi istituito, chiediamo l’inversione del senso di marcia della via Von Gloeden, dal bivio con la via Roberto Rimini al bivio con la via Otto Geleng, e l’istituzione del senso unico in discesa anche nella restante parte della via Paternò di Biscari fino a Piazza Andromaco. Nell’ottica di andare verso l’istituzione di ZTL per una Taormina a “Traffico Limitato”, il transito sulla via Von Gloeden dovrà essere riservato ai soli residenti dei comuni di Taormina e Castelmola e naturalmente ai mezzi con massa al di sotto delle 3,5 t. Considerando che questo percorso è di soli 300 m, contro i 4.500 m dell’attuale, ben si sposa con una circolazione più snella e agevole nel centro di Taormina collegando residenze ad attività e servizi, e risolvendo i problemi sopra menzionati. Inoltre in questo modo si valorizza l’uso delle gallerie per chi arriva dal lato Nord o Sud di Taormina e deve raggiungere le vie sopra menzionate andando a snellire il traffico su viale San Pancrazio, cosa a nostro avviso fondamentale”.

“Chiediamo inoltre la riapertura della via Tommaso Fazello, con transito riservato ai soli residenti in via Sesto Pompeo, via Fazello, via Circonvallazione e via Dionisio I, predisponendo l’apposita segnaletica in prossimità dell’arco di Porta Catania; la creazione di stalli riservati a residenti per carico e scarico o per acquisto nelle attività commerciali a tempo, (da definire, es: 15 min o 30 min dalle 08 alle 21), in numero di: uno o due in Largo degli Eponimi; due o tre in Via Dionisio I tra il civico 20 e la salita Ermon Filea; uno o due in piazza San Francesco di Paola. In caso di inversione del senso di marcia sulla via Von Gloden, infine, chiediamo la creazione di una corsia pedonale lungo tutto il percorso e adiacente agli stalli riservati ai residenti in via Von Gloeden e via Paternò di Biscari per permettere ai pedoni di transitare in sicurezza e agli automobilisti di scendere dalle vetture in sosta”.

© Riproduzione Riservata

Commenti