La guerra al Covid continua senza tregua e la strada è ancora lunga ma la primavera si avvicina e con l’avvento del bel tempo (che in verità in Sicilia non ci ha mai abbandonato ed è già presente da un pezzo) potrebbe attenuarsi la spinta del virus, come avvenne già lo scorso anno. Le varianti rendono tutto imprevedibile e non danno certezze ma virologi e immunologi si dicono convinti che la bella stagione potrà dare respiro ai cittadini e avvantaggiare, nel frattempo, le vaccinazioni.

Va premesso e ribadito che i nostri “compagni di viaggio” ancora per un pò di tempo continueranno ad essere i dispositivi di protezione, mascherine e igienizzanti in primis, dovendo evitare situazioni di assembramento.

Ma l’inverno che si allontana, e il crepuscolo del periodo che più di ogni altro favorisce il virus, è un segnale confortante che deve indurre all’ottimismo. A questo punto bisognerà riuscire a vaccinare gran parte della popolazione al più presto, per iniziare ad allontanare la minaccia del Covid e anche per scongiurare poi nuove ondate in autunno.

Insomma da aprile si dovrebbe iniziare a fare sul serio con le vaccinazioni. Per vedere i primi risultati bisognerà aspettare sicuramente l’estate. Lo scenario è in piena evoluzione, non sappiamo se con la vaccinazione di massa il virus scomparirà davvero del tutto o resterà endemico ma in questa fase il bel tempo e i vaccini sono due alleati che possono contribuire in maniera importante a creare le condizioni per cominciare a ripartire.

© Riproduzione Riservata

Commenti