“E’ certo che la criminalità organizzata voglia infiltrarsi in ogni emergenza e in questo caso attraverso una rete di società e aziende è in grado di portare avanti questo progetto”. Lo ha dichiarato il Procuratore Nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, intervenendo nella trasmissione Barba&Capelli su Radio Crc Targato Italia.
De Raho ha illustrato la situazione e sottolineato la prima emergenza: “Si è sollevato non solo un monitoraggio delle procure distrettuali, della Gdf, polizia e carabinieri, polizia giudiziaria e prefetture. Con l’arrivo di oltre 200 miliardi di euro tutta la rete istituzionale fa fronte unico contro le mafie e mai come in questo periodo c’è stato un monitoraggio costante e attento. Un’altra preoccupazione desta il nostro allarme: per quanto riguarda i dati inerenti i reati registrati si nota una flessione tranne che per l’usura dove al contrario si denota un innalzamento: prestiti paralleli con i clan”.

© Riproduzione Riservata

Commenti