l'avvocato Pippo Perdichizzi

TAORMINA – “L’intesa tra il Comune di Taormina e quello di Castelmola è palesemente illegittimo e non può trovare attuazione senza sconfinare in ambito di maggior interesse giuridico con profili di illegalità ineludibili. Mi auguro che il Comune di Taormina si sottragga da questa pericolosa carnevalata senza carnevale”. Lo dichiara in una nota l’avvocato Giuseppe Perdichizzi. L’esponente taorminese della Lega chiede la revoca dell’atto sottoscritto dai sindaci della Perla dello Ionio e del borgo turistico lo scorso 8 marzo.

“I bus rossi – afferma Perdichizzi – a mio avviso sono incompatibili con gli interessi generali che il nuovo piano traffico del comune di Taormina vorrebbe perseguire. Sono sotto gli occhi di tutti gli ingorghi causati sulla Leonardo Da Vinci e il blocco dei mezzi di soccorso causati dai bus rossi. L’interesse privato di alcune attività imprenditoriali non può essere tutelato sino a farlo diventare prioritario anche rispetto all’incolumità pubblica e neanche sino a mettere sotto scacco i principi sottesi all’azione della pubblica amministrazione: trasparenza, imparzialità e buona amministrazione”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti