TAORMINA – Dovevano servire per garantire il distanziamento sociale e per il contrasto alla diffusione del Covid nelle scuole e invece ad oggi a Taormina si trovano a deposito in un parcheggio. Parliamo dei banchi monoposto voluti dal governo Conte, con l’allora ministro Azzolina, che nella Perla dello Ionio sono rimasti nel piano garage del Lumbi.

Per le scuole di Taormina, a seguito di iter seguito direttamente dal Comprensivo 1, sono stati a suo tempo ordinati al Ministero, consegnati e collocati nelle classi dell’Istituto Comprensivo, tra centro e frazioni, circa 500 banchi monoposto. Ma altri banchi, ottenuti invece dal Comune di Taormina, sono arrivati in città ma non stati consegnati alla scuola.

I banchi che si trovano al momento “parcheggiati” al Lumbi sono quelli per i quali nel luglio 2020 sono stati destinati dal Ministero dell’Istruzione dei fondi ai comuni della zona jonica e della Valle dell’Alcantara “per l’adeguamento e l’adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19”. In quel caso con avviso finanziato tramite i fondi Pon, Taormina ottenne circa 70 mila euro “per il miglioramento della sicurezza e della fruibilità degli ambienti scolastici”.

Ma come detto i banchi ad ora non sono stati consegnati dal Comune di Taormina alla scuola e sono rimasti al piano bus del Lumbi che, tra l’altro, con molta probabilità dovrà essere liberato da qui a qualche settimana per allestire il Covid Hub per la vaccinazione di massa che (in caso di disponibilità delle dosi di vaccino) potrebbe iniziare entro il mese di aprile. Un paradosso se si pensa che, nel frattempo, nelle scuole di Taormina, insieme agli altri banchi nuovi, sono rimasti ancora nelle aule quelli vecchi, biposto, riconvertiti ad uso individuale.

© Riproduzione Riservata

Commenti