la SS114 nel tratto di Isolabella

TAORMINA – Si sblocca l’iter per la realizzazione di un marciapiede “salva-pedoni” sulla SS114 (Via Nazionale) a Mazzarò, in zona Isola Bella. Si è svolta, infatti, una riunione tra l’Amministrazione comunale di Taormina, rappresentata dall’assessore Enzo Scibilia e la direzione generale Anas (dipartimento di Catania) per l’opera dalla quale è emerso in via definitiva l’impegno di un’impresa alla quale a suo tempo il Comune (tramite delibera di Consiglio comunale) ha dato l’ok ad eseguire un intervento edilizio in zona Isolabella ed allora venne contestualmente richiesto alla medesima ditta, “in compensazione” per la collettività, di farsi carico di realizzare un marciapiede, individuato tra la galleria paramassi di Isolabella e il tratto in prossimità dell’imbocco della scalinata di Isola Bella (vicino ad un noto ristorante della zona). L’iter si era, infatti, arenato e si temeva il disimpegno da parte dell’impresa, per alcune criticità riguardanti la portata dell’impegno da affrontare e quindi anche del Comune di Taormina, su questa opera che appare preziosa per garantire il transito in sicurezza lungo la strada statale, in una zona ad oggi priva di marciapiede e dove negli anni si sono verificati diversi incidenti. Qualche anno fa, in particolare, una giovane turista di 20 anni, investita da un’auto, ha subito l’amputazione di un piede.

“La ditta che deve intervenire a Mazzarò – ha reso noto ora l’assessore Scibilia – ha accettato il progetto preliminare per il marciapiede e ha chiesto il progetto esecutivo. Verrà realizzato un marciapiede di 90 centimetri. L’impresa presenterà il progetto entro la prossima settimana all’Anas e in una settimana verrà autorizzato. Ciò significa che, se non ci saranno ulteriori problemi, entro il mese di aprile inizierà il tracciamento del marciapiede lungo la strada statale, dalla galleria paramassi al punto adiacente un ristorante. Questa opera, da tempo richiesta dai residenti, quindi verrà fatta e non c’è alcun disimpegno come si era detto e paventato su questa iniziativa”.

Una svolta è stata sollecitata su questa iniziativa dai residenti, attraverso il comitato “La Voce del Mare” e ora si va verso l’auspicata svolta che potrebbe concretizzarsi da qui alle prossime settimane, con l’Anas che è pronta ad approvare il progetto.

© Riproduzione Riservata

Commenti