GIARDINI NAXOS – La Giunta di Giardini Naxos ha approvato il piano triennale per le Opere pubbliche, che individua gli obiettivi strategici sul territorio da parte della nuova Amministrazione comunale, eletta lo scorso ottobre. Nel programma previsto ed esitato dalla Giunta del sindaco Giorgio Stracuzzi si individuano 12 priorità per l’anno da poco iniziato.

Si tratta nel dettaglio dei seguenti punti: 1) Riqualificazione della scuola elementare “Cacciola” di Giardini; 2) progetto relativo alla demolizione e ricostruzione di vecchi corpi loculi esistenti nel cimitero comunale (secondo stralcio); 3) eliminazione del rischio residuo relativo al costone sovrastante la chiesa della Raccomandata e le zone adiacenti; 5) lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della chiesa Santa Maria Santissima Immacolata e stralcio funzionale per i locali annessi; 6) interventi necessari a garantire la mitigazione del rischio idrogeologico della zona compresa tra la Via degli Ulivi e la Via De Pasquale e la messa in sicurezza del movimento franoso che interessa alcune abitazioni a ridotto della Via degli Ulivi; 7) lavori di intercettazione e trasporto delle acque nere dei quartieri Saja, Ortogrande e Sirina alla centralina consortile di Sirina per il trasporto diretto all’impianto di depurazione: 8) lavori di messa in sicurezza del versante nord-est di piazza Saja; 9) lavori di consolidamento e messa in sicurezza delle aree sovrastanti via San Giusto e la via Pancrazio De Pasquale; 10) opere di consolidamento a causa del dissesto di cui è soggetto l’antico muro in pietrame posto in via IV Novembre a salvaguardia dell’abitato dai marosi; 11) opere di regimentazione ruscellanti e di infiltrazioni a protezione dell’abitato di Ortogrande; 12) realizzazione del museo del mare, della pesca e delle tradizioni marinare.

Si punta, dunque, sulle opere stradali ma anche sulla riqualificazione urbana del territorio ed il miglioramento dei plessi scolastici locali. In particolare si cercherà di ottimizzare la situazione delle infrastrutture e ammodernare e mettere in sicurezza la viabilità e i collegamenti, che rappresentano un elemento essenziale per il turismo e per la vivibilità del territorio. Tra i vari obiettivi c’è quello di mettere in atto una viabilità alternativa alla strada statale 114, per dare un altro sbocco e un punto “respiro” ai flussi veicolari in città.

© Riproduzione Riservata

Commenti