la Giunta comunale di Giardini Naxos

GIARDINI NAXOS – Il Comune di Giardini Naxos stringe i tempi e punta con decisione sulla ristrutturazione del PalaNaxos, il complesso fieristico, chiuso e abbandonato ormai da parecchi anni, sembra destinata ad iniziare già in tempi brevi. La casa municipale sta già predisponendo l’apposito avviso pubblico con la manifestazione che sarà rivolta alle imprese interessate a farsi carico di prendere in gestione la struttura. Intanto l’Amministrazione del sindaco Giorgio Stracuzzi non vuole perdere tempo e ha anche inserito il recupero del PalaNaxos nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche, quantificando l’impegno economico che potrebbe accompagnare la riqualificazione dell’edificio.

Si prospettano, infatti, interventi per Un milione e 500 mila euro, programmati dal Comune nell’arco di temo che va da qui ai prossimi tre anni, con opere da 500 mila euro all’anno sino al 2023. Il Comune farà la propria parte, ma anche il privato sarà chiamato a fare altrettanto e a contribuire al percorso di rifunzionalizzazione di un immobile che può rappresentare, a suo modo, il “motore” della ripartenza a Giardini Naxos. L’iter di recupero del bene viene seguito dal sindaco in collaborazione con l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Cacciola.

La volontà dell’Amministrazione è quella di riportare in attività il PalaNaxos soprattutto per ampliare l’offerta turistica e l’intrattenimento nel periodo della bassa stagione. Se in precedenza la destagionalizzazione è stata un “sogno proibito”, un obiettivo che non è mai diventato realtà ma che comunque veniva visto come un’opportunità, adesso riuscire a dare linfa all’economia del paese per tutti i dodici mesi dell’anno diventerà un’esigenza vitale, dopo la pandemia che ha messo in ginocchio il comparto produttivo di questo territorio.

Il sito potrebbe accogliere importanti fiere ma anche eventi culturali e spettacoli, colmando una lacuna infrastrutturale e strategica che ha la città al momento. Da qui la volontà di fare in fretta per prevedere un bando di gara dedito a individuare un ente gestore e far sì che il PalaNaxos riesca a tornare agibile e funzionale nel più breve tempo possibile. Inizia a diventare realtà il recupero del PalaNaxos e allo stesso tempo va in archivio il periodo in cui si era persino parlato di dismettere il bene e darlo via per l’impossibilità del Comune di trovare una soluzione risolutiva. La Giunta Stracuzzi “blinda” il PalaNaxos e adesso spinge sull’acceleratore per restituirlo alla pubblica fruizione.

© Riproduzione Riservata

Commenti