Ruggero Razza e Nello Musumeci

Si è svolta oggi la conferenza Stato-Regioni-Autonomie locali. Al centro della discussione l’emergenza Coronavirus e la questione della dotazione di vaccini anti-Covid per le regioni italiane. La Sicilia chiede allo Stato più vaccini e soprattutto di averli in fretta. La questione diventa cruciale per quei territori, come il comprensorio di Taormina, che vivono di turismo stagionale e rischiano di andare incontro ad un’altra estate da incubo per le attività economiche.

Si va verso una corsa contro il tempo che diventa un autentico crocevia per tanti operatori economici, oltre che un’esigenza ovviamente di tutela della salute dei cittadini in un momento in cui i contagi sono scesi e c’è la possibilità di esorcizzare in termini immediati lo spettro delle varianti del virus.

“E’ stato fatto un esame della situazione con i colleghi delle Regioni, i ministri Speranza e Gelmini, Anci ed Upi. Per noi il tema principale resta la campagna vaccinale. Serve fare di più. Serve fare presto”, ha detto il governatore della Sicilia, Nello Musumeci.

© Riproduzione Riservata

Commenti