il sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi

GIARDINI NAXOS – Anche il Comune di Giardini Naxos è pronto ad andare in pressing sulle autorità preposte per sollecitare la previsione di una campagna vaccinale che possa portare al più presto alla somministrazione del vaccino anti-Coronavirus nel comprensorio riguardante Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola. Il sindaco Giorgio Stracuzzi e la sua Giunta stanno valutando in queste ore con attenzione lo scenario, nella convinzione che si debba arrivare quanto prima alla predisposizione di una vaccinazione di massa.

Giardini Naxos è la seconda stazione turistica siciliana, si trova nel cuore della principale area turistico-ricettiva della Sicilia e anche nel 2020, nonostante la crisi pandemica, ha visto arrivare in paese nella stagione estiva un enorme flusso di avventori provenienti da diverse zone dell’isola. L’esigenza strategica è quella di stringere i tempi per evitare situazioni che potrebbero innescare nuovi contagi in un territorio che è riuscito a ridurre i casi di positività all’attuale dato di 21 persone.

Il contenimento dei rischi legati in questo momento a fattori di aggregazione sociale come la movida è una priorità sulla quale l’attuale sindaco Stracuzzi si è mosso in maniera decisa sin dal suo insediamento e che ha portato poi il primo cittadino anche ad emettere un’ordinanza che dallo scorso dicembre impone il divieto di assembramenti sul territorio. Un’ordinanza che ha imposto una stretta preventiva contro l’emergenza Covid, e che sta dando riscontri incoraggianti e rimane in vigore.

L’Amministrazione di Giardini Naxos sta lavorando a una serie di misure per preparare nel miglior modo possibile la stagione turistica ma, in ogni caso, tra i vertici di Palazzo dei Naxioti c’è la forte consapevolezza che arrivare all’estate con la popolazione vaccinata potrebbe rappresentare un fattore determinante per dare linfa e slancio anche al piano di rilancio dell’economia del territorio.

Ovunque si riscontra la difficoltà di reperimento dei vaccini, tutti ne sono consapevoli anche da queste parti ma il primo polo turistico siciliano rivendica una necessità tangibile di mettere in sicurezza la popolazione residente nei quattro comuni che guidano l’industria siciliana dell’ospitalità. Il momento giusto per tentare la svolta è adesso, e in quest’ottica il sindaco di Giardini Naxos e la sua squadra stanno intensificando i contatti istituzionali necessari a capire come stanno le cose e a verificare se sarà possibile ottenere al più presto la vaccinazione di massa.

© Riproduzione Riservata

Commenti