Antonio D'Aveni, ex presidente del Consiglio comunale

TAORMINA – “Si parla tanto del nuovo piano di circolazione che dovrebbe “cambiare volto” alla Città di Taormina ma la verità è che al momento, in termini concreti, è stato presentato soltanto qualche scarabocchio, mentre per il resto ci si è dati da fare per la nuova segnaletica e per qualche paletto in giro. Ritengo che si debbano evitare fughe in avanti e valutazioni affrettate e, tra l’altro, voglio dire con estrema chiarezza che mi riservo di scrivere a chi di dovere per evidenziare le criticità in atto, e se necessario bloccare questo “piano” che definisco un nascituro obbrobrio”. Lo afferma il consigliere di opposizione, Antonio D’Aveni.

“Siamo di fronte ad un piano viario fantasma – ha dichiarato l’esponente taorminese della Lega -. I cittadini hanno fatto delle osservazioni, c’è stata anche una petizione ma prendiamo atto che per questa Amministrazione non conta la volontà dei taorminesi. La Via Kitson è una strada non omologata e mi chiedo come scenderanno i mezzi pesanti da lì e se non ci siano dei rischi per i freni di qualche bus”.

“Non si comprende come si possa prospettare con superficialità questa soluzione dei bus in galleria – conclude D’Aveni – senza tenere conto delle molteplici criticità che rendono a dir poco complicata questa soluzione. Ne parleremo in Consiglio comunale e in ogni caso seguirò con molta attenzione l’evoluzione di questa vicenda. Evidentemente sono pronto a trarne le opportune riflessioni sulla base di quel che farà l’Amministrazione”.

© Riproduzione Riservata

Commenti