GIARDINI NAXOS – Il Parco di Naxos-Taormina stringe i tempi per attuare il progetto finalizzato alla rifunzionalizzazione e valorizzazione del Castello di Schiso (Castello Paladino). Per dare corso alle attività di recupero riguardanti il bene sito in via lungomare Schiso’, di cui il Parco ha acquisito la titolarità nel 2018, è stata espletata adesso dall’ente culturale un’apposita procedure di gara ed è stato anche affidato un incarico tecnico.

E’ stata aggiudicata, in particolare, la gara per i lavori di indagini archeologiche del Castello di Schiso’ che verranno eseguite da una ditta con sede a Noto. Si tratta in questo caso di una procedura da 109 mila euro. Il Parco ha poi conferito l’incarico di collaudatore statico ad un professionista, l’ing. Vincenzo Salanitri, per lavori urgenti di messa in sicurezza e recupero statico delle coperture di due corpi di fabbrica, la verifica di una falda già restaurata ed il consolidamento della terrazza panoramica del castello. Si tratta di un progetto da 295 mila euro, redatto da una società cooperativa di Acireale e appresto 8 ottobre scorso.

Il Parco di Naxos si è attivato per dare avvio ai primi lavori di recupero delle coperture del Castello Schisò dove in primavera, nel solco della cosiddetta “archeologia pubblica”, i visitatori potranno seguire dal vivo gli archeologi alle prese con la campagna di scavo che precede il recupero dell’edificio, futuro Museo archeologico e spazio polifunzionale. Cantieri aperti, infine, anche per il restauro di tre àncore di ferro, d’epoca romana, provenienti dalla baia di Naxos e destinate alla sezione di archeologia subacquea. All’interno del sito sono previsti interventi tecnici per perfezionare la fruizione della nuova tribunetta e l’apertura al pubblico della zona demaniale sul mare (Spiaggia dei Greci); mentre una ditta specializzata provvederà a trattare le palme aggredite dal punteruolo rosso, primo intervento di un programma più ambizioso di riqualificazione del patrimonio arboreo, polmone verde della città di Giardini Naxos.

© Riproduzione Riservata

Commenti