l'ex vicesindaco Andrea Raneri

TAORMINA – Il coordinatore di Fratelli d’Italia a Taormina, Andrea Raneri, invita l’Amministrazione a “prendere posizione a sostegno del dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale di Taormina, ing. Massimo Puglisi”. Così Raneri si schiera, dunque, a sostegno del responsabile di Area dei Lavori pubblici che ha rimesso nelle mani del sindaco Mario Bolognari il suo mandato, chiedendo di essere sollevato dalla delega ai Lavori pubblici, e ha chiesto la mobilità per trasferirsi in un altro ente locale.

“Di fronte ai risvolti della vicenda che sta riguardando l’ing. Puglisi – ha detto Raneri – non ci si può girare dall’altra parte. Stiamo parlando di una persone perbene, un dirigente che non si è mai reso autore di ammanchi o ruberie e meno che mai di atti amministrativi fuori dall’alveo della legalità. Eppure, per le vicende di Asm, apprendiamo che, attraverso quanto comunicato dal liquidatore, si è arrivati a prospettare persino il pignoramento del Tfr di Puglisi. Riteniamo che sia sia oltrepassata la soglia del buon senso e del rispetto che, in ogni caso, è dovuto all’ing. Puglisi. Ma, soprattutto, appare paradossale e inaccettabile che nell’Amministrazione nessuno abbia preso sinora posizione a sostegno dell’ing. Puglisi e nessuno abbia espresso una sola parola per attestarne la correttezza del suo operato. Senza che siano stati ultimati tutti i passaggi procedurali previsti dalla legge, come si può avere la pretesa che l’ing. Puglisi firmi la liquidazione delle fatture ad Asm? Da ex vicesindaco e da ex presidente di Asm, conosco bene le dinamiche e le procedure che riguardano l’azienda ed il Comune, e quindi anche la questione del “dare-avere”. Ho avuto modo io stesso da vicesindaco di scontrarmi con l’ing. Puglisi ma senza mai mancargli di rispetto e nella convinzione che, al di là della critica o di qualsiasi contestazione, tutto debba poi avere un limite, oltre il quale non si deve andare”.

“Chiedo, per questo, al sindaco, nel quale ripongo ancora un minimo di fiducia – continua Raneri – che intervenga e dia pubblicamente la sua fiducia all’ing. Puglisi. Bisogna dare sostegno ai dipendenti dell’ente e difenderli. E’ giusto che venga espressa solidarietà ad un onesto funzionario del Comune che ha sempre agito nell’interesse della cosa pubblica e ha operato con rispetto dei vari amministratori di turno del Comune”.

© Riproduzione Riservata

Commenti