Dopo il no alla candidatura alle elezioni amministrative a Roma per la carica di sindaco della capitale, ed il no alla possibilità di far parte della squadra del governo Draghi, si apre subito un nuovo scenario a sorpresa per Giuseppe Conte, ormai pronto ad assumere il ruolo di “federatore” del centrosinistra.

Si va, infatti, verso la candidatura dell’ex premier alle elezioni suppletive della Camera, nel collegio uninominale di Siena, per il seggio lasciato vacante dall’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, con il sostegni di M5s, Pd e Leu. In questo modo, se venisse eletto, Conte rientrerebbe subito in Parlamento, dove andrebbe ad occupare la carica di parlamentare.

Nel collegio 12 della Toscana, con Siena e trentacinque Comuni del circondario, Pier Carlo Padoan si è i dimesso da deputato del Pd a novembre scorso per la sua nomina a presidente di Unicredit. La data delle elezioni è ancora da definirsi, in un articolo del decreto Ristori si parla di urne aperte “entro il 31 marzo”, settimana più settimana meno.

© Riproduzione Riservata

Commenti