Alessandro Costa e Orlando Russo

L’Assemblea Regionale Siciliana si avvia a dare il definitivo via libera al ddl per il terzo mandato dei sindaci nei comuni fino a 3 mila abitanti. La proposta di legge è stata già approvata in Commissione Ars nell’ambito delle norme in materia di Enti locali.

“Il ddl già approvato in commissione e adesso pronto all’esame dell’aula – spiega il presidente della commissione Affari istituzionali, Stefano Pellegrino – prevede i tre mandati consecutivi per i sindaci dei comuni fino a tremila abitanti, la nuova disciplina relativa al commissariamento per la mancata approvazione del bilancio di previsione nei comuni, la riduzione a un terzo delle sottoscrizioni richieste per la presentazione delle liste e delle candidature per l’elezione negli enti di area vasta e nei comuni durante l’emergenza Covid, il divieto di istituire nuovi comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti”.

L’iter per il disegno di legge è stato avviato dell’ex assessore regionale agli Enti Locali – e proponente del ddl – Bernardette Grasso e sulla stessa linea sta andando avanti l’attuale assessore, Marco Zambuto. Adesso manca soltanto l’approvazione dell’assemblea che potrebbe arrivare già nelle prossime ore. Il punto è stato inserito all’ordine del giorno dei lavori d’aula della seduta dell’Assemblea regionale di martedì 9 febbraio 2021.

L’eventuale approvazione del ddl determinerebbe importanti novità in diversi comuni, tra i quali anche Letojanni e Castelmola, dove i rispettivi attuali sindaci Alessandro Costa e Orlando Russo, sono stati eletti nel 2012, poi riconfermati nel 2017 e ad oggi non potrebbero riproporsi alle elezioni amministrative del 2022. Il terzo mandato ribalterebbe lo scenario e spingerebbe gli attuali sindaci verso la possibilità di riproporsi e restare al governo delle proprie comunità.

A Letojanni, Costa, primo cittadino che si è fatto apprezzare per la concretezza ed i risultati conseguiti in questi anni (votato nel 2017 a larga maggioranza dal 56% dagli elettori) potrebbe rientrare in gioco a pieno titolo e avrebbe ampie chance di conquistare per la terza volta la fascia tricolore. A Castelmola, “l’onnipresente” Russo, sindaco anche lui molto apprezzato dalla comunità locale, venne riconfermato nel 2017 dopo una tornata di voto senza competitori, da unico candidato sindaco, e con il conforto di questo ddl potrebbe decidere di dare la scalata alla sindacatura per la terza volta consecutiva, anche in questo caso con importanti possibilità di riuscire nell’impresa.

© Riproduzione Riservata

Commenti