TAORMINA – Anche a Taormina si attende l’evoluzione della crisi che affligge del turismo ormai da un anno e si confida in una ripartenza, tra i vari settori, anche per quanto riguarda le crociere. Un movimento, questo, che prima della pandemia garantiva circa 40 mila presenze all’anno con l’arrivo dei vari bus in città.

Msc Crociere, intanto, cancellerà fino al 29 aprile le crociere di Msc Magnifica, che doveva tornare a navigare dal 14 febbraio con un itinerario verso la Grecia. Il nodo resta la chiusura della Grecia che di fatto blocca le crociere, ma la compagnia annuncia che sta lavorando “a stretto contatto con il ministero del Turismo greco e altre autorità locali per ottenere la riapertura in sicurezza dei servizi turistici locali, in modo che già nel periodo di Pasqua gli ospiti possano utilizzarli durante le crociere Msc verso la Grecia”. Durante il periodo pasquale e successivamente per la stagione estiva sono allo studio itinerari che comprendono la Grecia, ma non con Magnifica che era destinata a quell’area solo per la stagione invernale.

Gli ospiti che hanno prenotato una delle crociere fino al 29 aprile a bordo di MSC Magnifica avranno la possibilità di riprogrammare la loro vacanza su una delle altre navi della compagnia, compresa l’ammiraglia MSC Grandiosa che sta attualmente navigando in Mediterraneo occidentale. In alternativa potranno scegliere il voucher Future Cruise Credit (FCC) con la possibilità di trasferire su una nuova crociera l’intero importo pagato, scegliendo qualsiasi nave e qualsiasi itinerario in partenza entro 18 mesi dall’emissione del voucher, oltre a ricevere un credito di bordo fino a 200 euro a cabina. MSC Grandiosa attualmente propone crociere settimanali in partenza ogni domenica da Genova con scali a Civitavecchia, Napoli, Palermo e La Valletta (Malta). È possibile iniziare e terminare la crociera da ognuno dei porti italiani, scegliendo quello più vicino alla propria città di residenza.

Come si ricorderà, il 24 gennaio scorso Msc Grandiosa, salpando con la prima crociera del 2021, ha segnato la ripartenza del comparto dopo lo stop obbligato per l’emergenza Covid nel periodo natalizio. L’ammiraglia della flotta Msc crociere, che era già stata la prima nave al mondo a ripartire, lo scorso 16 agosto, dopo i mesi del primo lockdown, come ricorda una nota del gruppo, è tornata a proporre le crociere settimanali nel Mediterraneo e adesso si confida di poter intensificare l’attività operativa al servizio dei turisti.

“Siamo consapevoli che gli occhi del mondo – in particolare quelli del settore turistico, ancora fermo per la pandemia – continuano ad essere puntati sull’Italia. Un Paese che per primo è riuscito a rimettere in moto un comparto come quello crocieristico, che a livello nazionale vale 14 miliardi di euro e genera occupazione per 120.000 persone, rappresentando così un importante volano anche per altri settori attualmente ancora fermi” spiega Leonardo Massa, managing director di Msc Crociere. Tampone per tutti gli ospiti prima di salire a bordo e a metà settimana e settimanale per l’equipaggio, distanziamenti sociali, mascherina nelle aree pubbliche, braccialetto smart per tracciare i contatti più stretti avuti durante la crociera, discesa a terra solo con escursioni protette, sono i punti del protocollo di sicurezza.

© Riproduzione Riservata

Commenti