TAORMINA – Anche i cittadini di Taormina si interrogano su quale vaccino potranno ricevere per immunizzarsi dal Coronavirus. La risposta arriva, in sostanza, dal via libera dato al vaccino AstraZeneca e la relativa indicazione da parte di Aifa di un suo utilizzo preferenziale per la fascia di età 18-55 anni, che così aggiorna il piano vaccini anti Covid e determina una probabile suddivisione di chi farà quale vaccino, a seconda delle fasce d’età.

Alla luce della novità sull’utilizzo di AstraZeneca, la Fase 1 e la Fase 3 procederanno insieme attraverso due percorsi paralleli. I vaccini Pfizer e Moderna verranno utilizzati per i soggetti fragili e più anziani, mentre il vaccino AstraZeneca per i soggetti tra i 18 ed i 55 anni, già da febbraio.

Le 4 fasi della campagna di vaccinazione, ricordiamo, sono così composte:
Fase 1: operatori sanitari e socio-sanitari, ospiti Rsa e over 80.
Fase 2: persone da 60 anni in su, persone con fragilità di ogni età, gruppi sociodemografici a rischio più elevato di malattia grave o morte, personale scolastico ad alta priorità.
Fase 3: personale scolastico, lavoratori di servizi essenziali e dei setting a rischio, carceri e luoghi di comunità, persone con comorbidità moderata di ogni età.
Fase 4: popolazione rimanente.

Questa azione parallela di avvio della Fase 3 insieme alla Fase 1 si pone i seguenti obiettivi: con la Fase 1 e Fase 2 si punta ad abbassare la letalità, mentre con la Fase 3 e Fase 4 si mira a limitare la diffusione del virus. Si è poi proceduto a quantificare numericamente le categorie che rientrano nelle 4 diverse fasi, con l’indicazione per la prima volta della tipologia di vaccino che verrà loro destinato. Questo lo schema previsto.

Si prospetta, quindi, l’impiego e la somministrazione di Pfizer/Moderna nella fase 2 ad anziani estremamente vulnerabili, anziani tra i 75 e 79 anni, anziani tra 70 e 74 anni, persone vulnerabili under 70, anziani tra i 60 e i 69 anni anni che non presentano rischi specifici e persone tra i 55 e 59 anni che non presentano rischi specifici.

Astrazeneca, invece, verrà somministrato nella fase 3, a personale docente e non docente (no 55-67), forze armate e di polizia (no 55-67), luoghi di comunità e altri servizi essenziali (no 55-67 anni e categorie precedenti).

Il resto della popolazione (over 16) verrà trattato in funzione della disponibilità.

© Riproduzione Riservata

Commenti