Giuseppe Cacciola, vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici

GIARDINI NAXOS – Il Comune di Giardini Naxos accelera i tempi per imprimere una svolta al futuro del PalaNaxos. Il momento atteso ormai da diversi anni pare essere imminente e dopo i sopralluoghi delle scorse settimane e le valutazioni fatte dalla nuova Amministrazione, i vertici di Palazzo dei Naxioti stanno per passare agli atti formali. Si sta, infatti, lavorando alla predisposizione dell’iter per arrivare ad un avviso pubblico che potrebbe essere pronto, e dunque, indetto già entro fine febbraio. Si va verso una procedura ad evidenza pubblica con la quale il Comune intende acquisire la disponibilità da parte di privati, con esperienza comprovata in particolare nel settore fieristico e dell’organizzazione di eventi, per poter rifunzionalizzare l’immobile sito in zona Pallio.

L’iter viene seguito, d’intesa con il sindaco Giorgio Stracuzzi, dall’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Cacciola che si sta muovendo per dirimere le varie criticità pregresse di questa complessa vicenda e dare concretezza al percorso procedurale finalizzato a riportare in attività la struttura chiusa da diversi anni.

Si dovranno effettuare una serie di interventi riguardanti l’impianto elettrico e di riscaldamento, le parti esterne, la pavimentazione, rifare i servizi igienici ed apportare una serie di manutenzioni, correttivi e migliorie all’interno. Si tratta di opere sulle quali non c’è la disponibilità in termini di risorse nel bilancio comunale ma si punta su una gestione che, attraverso un project financing, possa vedere l’impegno di un privato che intenda investire sul PalaNaxos e credere in un progetto di valorizzazione del complesso, anche facendosi carico delle spese che intanto occorrono per ristrutturarlo. Il PalaNaxos dispone di un’area interna di 4500 mq e di ampi spazi che potrebbero dare un nuovo impulso al turismo e all’economia del territorio. L’anno da poco iniziato potrebbe, a questo punto, diventare quello della resurrezione di un immobile sprofondato nel limbo e che sembrava ormai destinato alla vendita, e che ora inizia finalmente a rivedere la luce.

© Riproduzione Riservata

Commenti