l'assessore Enzo Scibilia

TAORMINA – Si registrano ulteriori precisazioni del Comune di Taormina sull’ordinanza della discordia che riguarda la Via Arancio. L’assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia, ha inteso fare chiarezza sul provvedimento della casa municipale che ha disposto il divieto di transito ai mezzi e ai pedoni nella popolosa arteria di Trappitello in occasione di forti piogge.

“Purtroppo – spiega l’assessore – l’ordinanza reca genericamente la dicitura di Via Arancio e non specifica che non si parla dell’intera arteria ma di una parte della Via Arancio e nello specifico questo atto riguarda un tratto di 30 metri che va da un magazzino di limoni sino al sottopasso dell’autostrada, precisamente nel punto che si immette sulla Via Cannizzoli. E’ la stessa ordinanza che in termini prudenziali riguarda i sottopassi altrove, anche a Palermo e Catania o nella vicina Giardini Naxos a Calcarone. Per il resto la Via Arancio rimane regolarmente fruibile e transitabile”. 

Il problema rimane quello della necessità di regimentare le acque e realizzare le fognature in una strada attorno alla quale risiedono numerosi abitanti e c’è anche l’Istituto Pugliatti, frequentato da oltre 600 alunni. “Ci stiamo già muovendo – ha detto Scibilia – per predisporre un progetto mirato a sistemare il problema delle fognature, in una zona dove queste condotte mancano ed è un vulnus che si trascina ormai da decenni. Nessuno ha mai realizzato queste fognature e noi stiamo cercando di risolvere questa criticità e perciò chiederemo un finanziamento di 800 mila euro alla Regione. Attraverso le opere che verranno previste si potranno convogliare le acque nel Santa Venera, non essendo possibile farlo sulla via Chianchitta”.

© Riproduzione Riservata

Commenti