TAORMINA – La Città di Taormina aderisce al G20s, il G20 delle spiagge italiane. Si tratta della rete nazionale nata nell’anno 2018 con la finalità di accogliere le località balneari più visitate d’Italia, con almeno Un milione di pernottamenti turistici all’anno e prende le mosse dalla consapevolezza che, un momento di incontro e di confronto, sia imprescindibile soprattutto in questa fase di crisi globale dovuta alla pandemia. L’obiettivo è quello di strutturare il G20s cercando di arrivare alla stesura di una proposta di legge per l’ottenimento di “status di città turistica balneare”. Ciò potrebbe anche consentire di implementare i finanziamenti e forme di sussidio per garantire ai territori la balneabilità. Taormina ha detto sì, quindi, a questa rete nazionale con la previsione di una quota di partecipazione al progetto per l’anno 2021 pari a 6 mila e 500 euro.

La rete delle migliori spiagge è nata nel 2018 grazie ad un’idea del Comune di San Michele al Tagliamento-Bibione (Veneto), che allora ha invitato le 20 principali destinazioni balneari al fine di porre le basi per una cooperazione utile ad identificare i problemi comuni delle località che puntano sul turismo marittimo. Taormina, in questo contesto, era stata invitata già allora a partecipare ma sin qui non aveva preso parte al tavolo di discussione.

Si cerca, insomma, di fare sistema a fronte delle crescenti sfide del settore, che saranno ancora più difficili nel dopo-pandemia ma anche tenendo conto dei cambiamenti climatici e dei competitori internazionali che aumentano. C’è bisogno di andare oltre il prodotto mare-sole-sabbia e la convinzione è che l’unione possa fare la differenza. Insieme a Taormina fanno parte del G20s: Rimini, Cavallino Treporti, San Michele al Tagliamento, Jesolo, Caorle, Riccione, Lignano Sabbiadoro, Cervia, Cesenatico, Sorrento, Bellaria-Igea Marina, Comacchio, Vieste, Cattolica, Castiglione della Pescaia, Grado, Chioggia, Forio, Ischia, Arzachena, San Vincenzo, Orbetello, Grosseto, Alghero, Bibbona, Rosolina e Viareggio.

© Riproduzione Riservata

Commenti