Orlando Russo, il sindaco di Castelmola
Orlando Russo, sindaco di Castelmola

CASTELMOLA – Si va verso un faccia a faccia in settimana entrante tra i vertici del Comune di Castelmola e del Comune di Taormina sul discusso nuovo piano di viabilità che a Taormina si intende far scattare nei prossimi giorni con l’attivazione del senso unico sulla via Circonvallazione. A questa prospettiva si dice pronta ad opporsi Castelmola e nelle scorse ore si è svolta una riunione tra operatori economici, ed in particolare commercianti del borgo turistico e gli amministratori e le forze politiche di Castelmola, alla presenza del sindaco Orlando Russo.

“Ci siamo riuniti per fare il punto su questa iniziativa che intende portare avanti Taormina e che non può essere un provvedimento unilaterale”, rimarca Russo. Castelmola ribadisce che la Circonvallazione di Taormina rappresenta la prosecuzione della viabilità provinciale della Sp10 (che parte dalla Via Pirandello) e che si tratta di un’arteria di collegamento tra le due città, dove “appare necessario che le scelte vengano condivise”. La viabilità di Taormina si lega strettamente a quella di Taormina poiché la Perla dello Ionio è il punto di accesso proprio al borgo turistico. Il senso unico sulla Circonvallazione di Taormina, in pratica, si propone di mettere fine all’attuale doppio senso di transito e consentirebbe il passaggio soltanto in direzione valle-monte.

“Un piano di viabilità va concordato – evidenzia Russo – ci opporremo e lo confermiamo ufficialmente. Siamo pronti a fare valere l’ordinanza del Tar che a suo tempo aveva già bloccato un analogo provvedimento della precedente Amministrazione di Taormina negli anni scorsi. Come abbiamo detto anche ai commercianti della nostra cittadina, era stato raggiunto con il sindaco di Taormina ed erano state stabilite delle linee guida da portare avanti in armonia e in sinergia tra i nostri due Comuni. Se gli impegni non verranno mantenuti, non potremo che trarne le relative conseguenze del caso e dovremo tutelare l’economia del nostro territorio. Aspettiamo e siamo certi che verrà mantenuto l’impegno, da parte del collega sindaco di Taormina, della convocazione di una riunione congiunta per sederci ad un tavolo entro la metà della prossima settimana. Siamo contro le iniziativa unilaterali, cerchiamo soluzioni condivise per il bene e l’interesse di tutti. Se così non sarà ne prenderemo atto e saremo pronti anche ad andare allo scontro totale”.

© Riproduzione Riservata

Commenti