TAORMINA – Il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, lancia un appello ai cittadini in difficoltà per l’emergenza sanitaria che è ormai diventata anche e soprattutto una crisi economica e sociale. “I Servizi sociali del Comune di Taormina mi segnalano problematiche molto serie di coloro i quali hanno perso il lavoro e non hanno più una fonte di reddito e delle riserve proprie o di famiglia stanno vivendo un molto grave. Abbiamo 70 mila euro a disposizione da distribuire in buoni, con le modalità già sperimentate per le famiglie bisognose nel 2020, per le persone che non hanno assolutamente di che vivere. Ciascuno reclama per sé aiuti ed attenzioni e siamo tutti impegnati per dare delle risposte a queste esigenze. La risposta primaria deve essere rivolta a chi necessita del sostentamento fondamentale, il più basilare possibile e cioè dare da mangiare alle famiglie e fornire gli alimenti soprattutto per i bambini. Questo si sta facendo e si farà ancora. Speriamo che nessuno possa rimanere escluso”.

Poi il messaggio finale, diretto dal primo cittadino proprio a quei taorminesi che stanno soffrendo l’emergenza e faticano anche a poter mettere un pasto in tavola: “Segnalo anche il fatto – ha aggiunto il sindaco rivolgendosi a chi è in difficoltà – che se ci sono famiglie, che per un senso di pudore o di riservatezza, non hanno ancora ceduto a questo tipo di aiuto, lo facciano. La solidarietà è anche questa, non solo di fornire un sostegno materiale ma il poter essere vicini affettivamente e moralmente. Sono momenti duri per tutti e ognuno di noi ha rinunciato a qualcosa, quindi non si deve avere alcun senso di ritrosia o di pudore. E’ un momento difficile e deve esserci questa solidarietà tra cittadini per superare l’emergenza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti