la terrazza della scuola di Santa Filomena

TAORMINA – La crisi toglie le risorse in bilancio al Comune e complica i piani per la ristrutturazione della scuola elementare di Trappitello, inagibile dal settembre 2019. L’Amministrazione aveva infatti previsto interventi da 120 mila euro ma il Genio Civile ha disposto una serie di prescrizioni che impongono delle modifiche al progetto e cambiano l’importo necessario per sistemare i locali di via Santa Filomena. Serviranno 400 mila euro che il Comune non e’ riuscito a reperire nel bilancio 2020 e allora adesso l’Amministrazione del sindaco Mario Bolognari ha deciso di bussare alla porta della Regione.

“C’è’ la necessità di reperire un finanziamento – ha evidenziato il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Enzo Scibilia – e ci stiamo muovendo in questa direzione per ottenere dalla Regione i fondi necessari alla realizzazione delle opere per la rifunzionalizzazione delle scuole elementari di Trappitello”. Verrà richiesto, quindi, un finanziamento di 400 mila euro all’assessorato alla Formazione.

Si pensa ad una missione, da qui a breve, a Palermo per andare in pressing sulla Regione. I tempi rischiano di essere lunghi perché bisognerà prima incassare la disponibilità della Regione allo stanziamento delle somme, per poi avviarsi verso la relativa gara d’appalto e affidare le opere. Lo slittamento in avanti di un paio di mesi, rispetto al piano iniziale, farà sì che il cantiere alla scuola elementare potrà partire nella più ottimistica delle ipotesi a primavera inoltrata o a ridosso dell’estate.

I bambini delle elementari, sinora trasferiti presso la scuola media di Via Francavilla, potrebbero iniziare anche il prossimo anno scolastico nel plesso delle medie. E’ una convivenza non semplice tra due scuole nello stesso plesso. A rendere tutto ancora più impegnativo è’ l’emergenza sanitaria che ha imposto il distanziamento tra i bambini e nella gestione degli spazi, per combattere la diffusione dell’epidemia, anche se va detto che sinora i risultati sono stati confortanti.

Elementari e medie finiranno questo anno scolastico nel medesimo edificio e inizieranno quindi, quasi certamente, anche l’anno scolastico 2021-2022 con l’attuale coesistenza sempre in avuta Francavilla. Non si esclude che la situazione provvisoria al momento in essere possa andare avanti sino a dicembre 2021.

© Riproduzione Riservata

Commenti