ROMA (ITALPRESS) – Italia Viva lascia il Governo e apre così ufficialmente la crisi paventata da giorni. “Abbiamo convocato questa conferenza per fare il punto sulla situazione politica del paese e per annunciare le dimissioni delle ministre Bellanova e Bonetti e del sottosegretario Scalfarotto”. Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, incontrando i giornalisti alla Camera. “Ci vuole grande coraggio, senso di responsabilità per farlo: è molto più difficile lasciare una poltrona che aggrapparsi allo status quo”, ha aggiunto.
“Davanti a questa crisi il senso di responsabilità consiste nel risolvere i problemi, non nasconderli e siamo consapevoli che la nostra responsabilità è dare risposte al paese. La crisi politica non è aperta da Italia Viva, ma è aperta da mesi – ha sottolineato Renzi -. La politica richiede il rispetto delle regole, non si possono risolvere i problemi con un tweet o con un post, questo è populismo”.

“Abbiamo posto tre questioni al presidente del Consiglio: la prima è di metodo, chiediamo di rispettare le forme democratiche, noi non accettiamo la trasformazione della democrazia in un reality show”, ha spiegato l’ex premier.
“Il secondo punto riguarda il merito, c’è un’emergenza da affrontare, c’è bisogno di sbloccare i cantieri, essere nelle condizioni di riaprire le scuole, di avere una linea unitaria sulle grandi questioni industriali, abbiamo bisogno di crescita – ha aggiunto -. Terzo e ultimo punto è il tema del Recovery Plan, abbiamo fatto una grande battaglia sui fondi, e sono state cambiate molte cose, ma altre devono essere cambiate, non c’è dubbio che si sono fatti passi in avanti, ma resta un grande problema: perchè non si prende il Mes?”.

“Un nuovo governo Conte? Non abbiamo veti su nessuno e pregiudizi, non siamo interessati ad un nome, siamo interessati a mandare avanti l’Italia. Conte vuole venire in parlamento? Andare in parlamento non è una minaccia, non è una concessione, è la democrazia”, ha detto ancora Renzi. “Sia per questa maggioranza, che per una eventuale forma diversa di maggioranza parlamentare non c’è un solo nome per Palazzo Chigi chi dice ‘O tizio o voto’ è irresponsabile”, ha aggiunto.

(ITALPRESS).

[videojs url=”https://video.italpress.com/watch/kep7jga51br7o04zr962vldo”]

© Riproduzione Riservata

Commenti