Giardini Naxos - Consorzio Rete Fognante
il depuratore di Giardini Naxos

TAORMINA – Finisce nelle aule di tribunale la querelle sui mancati pagamenti delle bollette del servizio di energia elettrica ad Enel da parte del Consorzio Rete Fognante. Il tribunale ordinario di Roma ha emesso infatti un decreto ingiuntivo da quasi Un milione di euro nei confronti dell’ente comprensoriale per la depurazione delle acque di Taormina, Giardini, Letojanni e Castelmola. L’importo preteso da Enel è di 966 mila euro (oltre gli interessi). Per questo il Consorzio presieduto da Mauro Passalacqua ha deciso, a seguito della notifica di questo atto, di formalizzare apposito incarico legale di opposizione al decreto ingiuntivo.

Del ricorso si occuperà l’avvocato Alfio Grasso, al quale già nel settembre 2016 era stato dato incarico dal Consorzio per analizzare la situazione debitoria nei confronti di Enel ed è pertanto a conoscenza delle problematiche e delle dinamiche afferenti i rapporti con Enel. Per l’attività del legale incaricato per questa contesa con Enel, il Consorzio attraverso determina presidenziale, ha impegnato 9 mila euro come relativo compenso.

Si tratta, in sostanza, di una problematica che è iniziata a suo tempo per i mancati pagamenti maturati al Consorzio già a partire da diversi anni fa ed è una questione sulla quale ora il Consorzio si trova a dover affrontare i pesanti riflessi che potrebbero creare un ulteriore pesante aggravio sulla condizione finanziaria dell’ente.

Come si ricorderà, infatti, il consorzio si trova a dover fare i conti con la pesante sofferenza dovuta ai mancati pagamenti da parte dei quattro comuni che ad oggi hanno accumulato mancati versamenti di quote per un ammontare complessivo di 3 milioni e mezzo di euro. Il Consorzio, al momento non ha possibilità di altri introiti e da qui scaturiscono le difficoltà nel pagare i servizi e le incombenze da sostenere. Perciò bisognerebbe modificare lo statuto ormai datato del 1977. Ma questa svolta, nonostante il pressing del Consorzio, tarda a concretizzarsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti