Il governo italiano sta definendo tempi e modalità in cui avverrà il piano di vaccinazione degli italiani per arrivare all’auspicato obiettivo dell’immunità contro il Coronavirus.

La prima tranche di circa 10 milioni di dosi di vaccino Covid, nel primo trimestre 2021 (8,749 milioni di dosi Pfizer e 1.346.000 di dosi Moderna), servirà a vaccinare le categorie individuate come prioritarie nelle fase iniziale della campagna di immunizzazione.

  1. Sanitari e anziani. Si parte da operatori e lavoratori sanitari e socio-sanitari (1.404.037 persone), il personale e gli ospiti dei presidi residenziali per anziani (570.287) e gli anziani over 80 (4.442.048).

2) Over 60. Nelle fasi immediatamente successive, sarà la volta delle persone dai 60 e 79 anni (pari a 13.432.005) e la popolazione con almeno una comorbilità cronica (7.403.578).

3) Scuola e forze dell’ordine. Tra il secondo e il terzo trimestre insegnanti e personale scolastico, e le altre categorie di popolazione appartenenti ai servizi essenziali come Forze dell’ordine, personale delle carceri e dei luoghi di comunità.

4) Nel quarto trimestre saranno vaccinati tutti gli altri.

L’iter seguirà le linee guida del Piano strategico per la vaccinazione anti Covid, elaborato da Ministero della Salute, Commissario Straordinario per l’Emergenza, Istituto Superiore di Sanità, Agenas e Aifa, approvate il 2 dicembre scorso. L’acquisto del vaccino è centralizzato, non obbligatorio e verrà somministrato gratuitamente a tutti gli italiani in strutture pubbliche e successivamente con l’aiuto dei medici di base.

© Riproduzione Riservata

Commenti