Un sereno e felice Natale a tutti i lettori di BlogTaormina. Che la gioia di questa festa possa allietare i cuori di tutti, portando con sé pace e amore.

Stavolta e’ un Natale diverso da tutti gli altri, che vivremo con un disagio che un anno fa di questi tempi non avremmo mai immaginato. Una pandemia ha cambiato la nostra vita. Siamo costretti a rinunciare alle consuetudini di sempre in nome della lotta al nemico, ed e’ una battaglia senza confini e senza quartieri in cui ciascuno di noi e’ chiamato a fare la propria parte.

E’ un Natale di privazioni e rinunce, che ci mette davanti a un’ardua prova collettiva, ci ricorda i nostri limiti e mette a nudo le fragilità dell’uomo. Eppure mai come stavolta la natività e’ foriera di un messaggio di speranza di rinascita e rinnovamento, nella consapevolezza che questo anniversario possa essere un momento per riscoprire il senso più profondo dei veri valori dell’esistenza, il privilegio dei nostri affetti più cari ma soprattutto quanto sia prezioso e debba essere difeso il dono della vita.

Viviamo ormai da un anno sospesi nell’alternanza snervante tra sprazzi di normalità e il cupo perdurare di un invisibile incubo ma dobbiamo resistere e superare questa prova, affrontare insieme e con determinazione questa faticosa traversata verso il ritorno alla libertà.

Dobbiamo credere con forza che le tenebre di questa pandemia verranno sconfitte dalla luce poderosa del ritorno alla piena quotidianità. Verrà il momento in cui la sofferenza soccombera’ alla gioia e la bellezza del Creato saprà rigenerarsi nell’avvento di un nuova era. Siamo certi che molto presto approderemo all’agognata conquista che tutti aspettiamo e tra i luoghi di questa rinascita planetaria ci sarà anche Taormina, il nostro osservatorio privilegiato della vita, lembo terreno di paradiso dal quale stiamo affrontando anche noi questa guerra al nemico invisibile.

E allora andiamo avanti e non molliamo, stiamo al fianco delle persone che amiamo e a cui vogliamo bene – nel doveroso rispetto delle regole necessarie e delle restrizioni da osservare – ma ricordiamoci anche di rivolgere un pensiero alle persone più deboli e dare conforto a chi soffre. L’orizzonte della svolta non e’ lontano, tuttavia le rinunce di oggi sono premessa essenziale e sacrificio ineludibile per le conquiste del domani. Poi potremo tornare alla normalità e riprenderci piccoli e grandi gesti, normali abitudini e ognuna delle scene di cui si compone da sempre il film della nostra vita. Ci riprenderemo la libertà. Non e’ ancora il tempo, non adesso, ma accadrà.

Buon Natale a tutti.

© Riproduzione Riservata

Commenti