GIARDINI NAXOS – Avviati i contatti tra la nuova Amministrazione comunale e l’impresa incaricata per la realizzazione del porto turistico di Giardini Naxos. Le parti si sono date, infatti, appuntamento a dopo le festività per un confronto sul progetto di riqualificazione del molo di Schisò. Il sindaco Giorgio Stracuzzi, d’intesa con la sua Giunta e i consiglieri comunali di maggioranza, vuole approfondire i dettagli tecnici e le previsioni del progetto per la maxi-opera che potrebbe dare una svolta al futuro della città in termini di rilancio turistico ed economico, ma la volontà del governo della città in premessa è quella di preservare la baia dai un impatto ambientale invasivo. Stando a quanto concordato con la ditta, nei primi giorni di gennaio ci si siederà ad un tavolo e verrà fatto il punto. Stracuzzi, con la sua squadra, vuole conoscere lo stato dell’iter procedurale e quali sono le previsioni definitive dell’opera, sulla base delle ultime modifiche apportate rispetto all’elaborato iniziale. Il sindaco, nel prendere visione degli atti, punterà dunque sulla richiesta che si vada a realizzare un’opera in grado di contemperare i vari aspetti e che garantisca la sostenibilità ambientale in riferimento alla baia di Naxos, che da sempre è la bellezza per eccellenza di questo territorio.

Dopo l’avvenuto cambio di proprietà di Tecnis Spa, ricordiamo, ora c’è in campo la “D’Agostino Angelo Costruzioni Srl” che a suo tempo ha assunto la titolarità del gruppo e ha il compito di realizzare i lavori del porto. Nell’anno alle porte si dovrebbe arrivare alla stretta finale sul progetto e per questo il faccia a faccia di gennaio rappresenterà uno spartiacque sulla via che dovrà condurre verso gli ultimi passaggi formali. Il progetto per il porto di Naxos, fortemente contestato dagli ambientalisti, al momento è stato inserito all’ordine del giorno della Commissione regionale Via-Vas e questo ultimo aspetto è propedeutico poi a poter convocare la conferenza dei servizi finale. L’iter è rimasto congelato a causa dell’emergenza sanitaria. La nuova Amministrazione, che si è da poco insediata, ritiene essenziale poter avere contezza di quanto si prospetta. Tra l’altro, la pandemia sta creando un clima di grande incertezza sul futuro del turismo delle crociere: nel 2021 non ci sarà una piena ripresa e forse l’anno della svolta potrebbe essere il 2022. Giardini Naxos ogni anno ospita all’interno della propria baia più di 100 navi da crociera ed è un movimento di grande rilievo sin qui paralizzato dalla crisi globale di questi mesi.

Se dovesse essere arrivare da Palermo il nulla osta alle opere previste, l’Amministrazione potrà decidere di indire la conferenza dei servizi conclusiva. Ora intanto, l’Amministrazione Stracuzzi vuole fare un “check-up” del progetto, per avere consapevolezza dei contenuti ed essere certo che ci siano le condizioni per dare un’addizione al territorio senza stravolgere l’assetto ambientale della città.

© Riproduzione Riservata

Commenti