ROMA (ITALPRESS) – La sicurezza dei medici; il grazie per il loro impegno, sino all’estremo sacrificio, durante la pandemia. Le vaccinazioni anti-Covid, che partiranno a breve. Le elezioni degli Ordini. La vicenda kafkiana del Concorso per le Specializzazioni, con ventiquattromila giovani medici in attesa, da settembre, di conoscere il loro destino. La ripartizione dei fondi del Recovery Plan, che, dopo tante aspettative, vede la sanità come fanalino di coda. Sono questi alcuni dei passaggi cruciali della relazione del Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, che ha chiuso il Consiglio Nazionale di oggi – vale a dire, l’assemblea dei 106 Presidenti degli Ordini Territoriali -, l’ultimo del triennio 2018-2020.
Stanno volgendo infatti al termine le procedure per il rinnovo dei Consigli degli Ordini provinciali: 89 su 106 hanno già votato, altri 8 voteranno in presenza, mentre 9 hanno chiesto di farlo per via telematica. E proprio oggi è stato approvato il Regolamento per il voto telematico.
Tra gli interventi, significativo quello, quasi a sorpresa, del ministro della Salute Roberto Speranza, che ci ha tenuto a collegarsi, nonostante i numerosi impegni, per portare un saluto e un ringraziamento ai medici italiani.
Cinque i punti essenziali del suo discorso: le vaccinazioni anti-Covid, ormai ai blocchi di partenza, che vedranno tra i primi fruitori proprio i medici e il personale sanitario; la formazione post lauream; la sicurezza dei medici e degli operatori; le misure restrittive, in vista delle festività, che il Governo sta mettendo a punto; i fondi del Recovery Plan, che costituiscono un’opportunità straordinaria per la sanità e sui quali bisogna fare uno sforzo in più.
“Temi che interessano sicuramente tutti i Presidenti”, ha commentato Anelli. Che ha acceso un faro sulla formazione dei medici dopo la laurea: “So che non è il tuo Dicastero, in quanto la competenza è del Mur ha commentato -. Ma credo che questi colleghi meritino l’attenzione dell’intero Governo. Questo anche in considerazione della carenza di medici specialisti e di medicina generale, mentre entrambi i concorsi sembrano ora essere bloccati. Credo che questo tema debba investire tutti noi, perchè questi medici rappresentano il futuro della Professione e dell’assistenza”.
E sulla sicurezza, Anelli ha iniziato l’avvio del monitoraggio sui rischi e criticità, che vedrà gli Ordini protagonisti, quali ‘braccì del Ministero della Salute sul territorio: a giorni partirà infatti un questionario, che sarà inviato, tramite gli Ordini, agli iscritti. Obiettivo: comprendere dove si nascondano i rischi e prevenirli.
Infine, la partecipazione di Diego Della Valle, invitato per ricevere i ringraziamenti per l’istituzione del fondo “Sempre con voi”, che ha raccolto undici milioni e mezzo di euro da devolvere alle famiglie degli operatori sanitari caduti nella lotta contro il Covid.
“Un omaggio a una grande persona” ha commentato, presentandolo, il segretario della Fnomceo, Roberto Monaco. Che si è ripromesso di invitarlo e ringraziarlo anche di persona, non appena sarà possibile. (ITALPRESS)

© Riproduzione Riservata

Commenti