GIARDINI – Dopo gli alberghi a Taormina della catena Belmond, di proprietà di Bernard Arnault, anche il gruppo UNA per l’Unahotels Naxos Beach di Giardini Naxos ha firmato con la Fisascat Cisl di Messina un accordo sul diritto di riassunzione dei lavoratori. Esteso, quindi, anche al 2021 il diritto alla riassunzione per i lavoratori del gruppo UNA non impiegati quest’anno a causa dell’emergenza Covid. Il gruppo UNA, con questa decisione, dà un segnale certamente apprezzabile e di forte senso di responsabilità al cospetto della crisi che sta paralizzando il turismo in Italia, e purtroppo anche nel primo polo turistico siciliano. L’accordo aziendale garantirà, in deroga, il diritto di precedenza nella stagione 2021 ai lavoratori che pur non essendo stati riassunti ne fanno richiesta all’azienda entro il 31 dicembre 2020.

«Dove la politica è assente interviene il sindacato – affermano il segretario generale provinciale di Fisascat Cisl Salvatore D’Agostino e il segretario generale regionale aggiunto della Fisascat Pancrazio Di Leo – La contrattazione sindacale sta garantendo ai lavoratori quelle garanzie che ancora oggi la Regione Sicilia e il Governo non stanno dando. In uno stato di crisi dove i lavoratori sono i più colpiti economicamente sia per mancanza di lavoro che di ammortizzatori sociali e vivono in miseria, il sindacato insieme alle aziende grazie alla contrattazione cerca di soluzioni alternative per dare un senso di fiducia e speranza a chi oggi è abbandonato e senza prospettive di lavoro e di reddito, il confermare quel misero diritto di precedenza alla riassunzione per l’anno prossimo e una speranza che tutto riprenda come prima della pandemia e si inizi prima possibile a lavorare». «Non si può vivere solo di elemosine o con una miseria che oggi la politica sta forse dando a questi poveri lavoratori, loro vogliono il lavoro, che non c’è, che manca soprattutto al Sud», hanno concluso D’Agostino e Di Leo.

© Riproduzione Riservata

Commenti