TAORMINA – “Il Comune di Taormina mette a disposizione dei cittadini lo strumento per fare acquisti con consegna a domicilio negli esercizi commerciali della città”: lo ha annunciato l’assessore ai Servizi Sociali, Francesca Gullotta. L’iniziativa potrà consentire anche di evitare il rischio di assembramenti per gli acquisti nelle attività commerciali del territorio, contenendo così il rischio concernente l’emergenza Coronavirus.

“Chi volesse fare acquisti senza recarsi nell’esercizio commerciale potrà avvalersi di un nuovo servizio totalmente gratuito, fornito a tutti grazie all’App del Comune di Taormina, già scaricata e utilizzata, oltre che dai visitatori, da molti residenti. Si tratta di un’applicazione con cui i cittadini potranno ordinare quello che gli serve dai vari commercianti e ristoratori locali e farselo recapitare a casa”.

Gli esercenti interessati con una semplice procedura potranno registrare la loro attività in un’apposita sezione dell’applicazione, Inserisci Delivery, al seguente link.

CLICCA QUI

“A quel punto bisognerà specificare tutte le informazioni di contatto e promozione. A questa potranno poi accedere i consumatori, che troveranno una mappa con l’indicazione delle attività che avranno aderito. Gli esercenti potranno scegliere se essere contattati con un messaggio o una videochiamata su Whatsapp, o telefonicamente, direttamente dall’App, e nella vetrina online messa a loro disposizione, far visualizzare ai clienti un catalogo di shop già precedentemente creato su Facebook o su Whatsapp business”.

“Il servizio è stato pensato in questo momento particolare, con un duplice scopo. C’è innanzitutto l’intenzione di aiutare titolari e lavoratori alle prese con la crisi, costretti a limitare l’afflusso e gli orari e a spendere tanto per sanificare ambienti e accessori e poi si vuole incentivare la permanenza a casa delle persone, per evitare i rischi che si corrono quando si formano file oppure quando si hanno numerosi clienti, che in una giornata, si avvicendano nello stesso locale”.

“La nostra intenzione è quella di aiutare l’economia locale, consigliando le persone a comprare nelle attività della nostra città e a uscire il meno possibile. Pensiamo soprattutto alle categorie fragili come gli anziani o i diversamente abili che avranno la possibilità di ricevere tutto ciò che gli serve senza doversi spostare dal proprio domicilio”.

© Riproduzione Riservata

Commenti