telecamere sorprendono uno "zozzone" a Trappitello

TAORMINA – “Abbiamo iniziato seriamente un’opera di repressione dei comportamenti che sporcano la città. Non ci fermeremo”. Lo ha dichiarato il sindaco Mario Bolognari che così annuncia la linea dura del Comune di Taormina sui casi sempre più frequenti di cittadini, sia del luogo che di altri comuni, che abbandonano rifiuti abusivamente sul territorio e creano delle discariche a cielo aperto nelle zone periferiche della città.

Proprio nelle scorse ore si è registrato l’ennesimo episodio che ha portato ad infliggere una multa di 400 euro ad un uomo che aveva depositato sei sacchi neri pieni di farmaci scaduti, assorbenti, siringhe e altro materiale sanitario, all’interno della proprietà privata di una farmacia di Taormina, sita nella frazione di Trappitello . L’uomo è stato identificato dalla Polizia municipale grazie ai filmati della telecamera di sicurezza della farmacia.

Bolognari annuncia così la “tolleranza zero” della casa municipale ai cosiddetti “zozzoni” che si rendono autori di episodi deprecabili e abbandonano i rifiuti senza alcun rispetto per la vigente ordinanza che regola la materia a Taormina. La zona che rimane sotto la stretta attenzione della Polizia locale e’ soprattutto quella di Santa Venera, a Trappitello, dove si susseguono gli episodi di soggetti che arrivano in zona e scaricano di tutto a pochi passi dal torrente. E già in più occasioni sono state individuate, in particolare, persone che giungono qui da altri comuni e spesso operano nel settore edile. Si era anche parlato della possibilità di posizionare delle foto trappole per avere un ulteriore deterrente a questi comportamenti che creano un danno ambientale e rischiano di innescare, come nel caso della zona Santa Venera, una potenziale bomba ecologica vista la vicinanza del torrente ai rifiuti abbandonati.

© Riproduzione Riservata

Commenti