il sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi

GIARDINI NAXOS – Il sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi, ha emesso un’ordinanza anti-assembramenti per rendere più incisiva la lotta al Covid nella seconda stazione turistica siciliana e scongiurare il rischio di nuovi contagi. Il primo cittadino ha deciso il “divieto di permanenza e stazionamento sul territorio comunale”.

In sostanza Stracuzzi, con atto già in vigore dal 2 dicembre 2020, ha ravvisato che vi siano troppe persone per le strade della città, e in particolare nelle piazze, evidenziando che “sono giunte numerose segnalazioni dai cittadini sui comportamenti di chi non rispetta le disposizioni emanate al fine di contenere l’emergenza sanitaria in atto”. “Nonostante gli specifici servizi di controllo da parte della Polizia Locale e di tutte le Forze di Polizia – rileva il primo cittadino -, risulta difficile assicurare adeguatamente il rispetto delle distanze di sicurezza interpersonale di almeno un metro da parte dei fruitori delle strade e delle piazze del centro storico, nonché del divieto di assembramento soprattutto in prossimità di esercizi di ristorazione da parte dei soggetti che usufruiscono dell’asporto”.

Da qui l’ordinanza che ha disposto “il divieto di permanenza e stazionamento, in tutte le vie, i viali, le piazze, gli slarghi comunque denominati, pubblici o aperti al pubblico, del territorio comunale, h24, fatti salvi i tempi di sosta per l’acquisto di prodotti e la fornitura di servizi, restando consentita la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private”. Viene imposto, inoltre “il divieto permanente e giornaliero, h24, di stazionamento in ville, giardini, spiagge, arenili, lungomare, aree verdi e qualunque spazio che possa essere inteso come luogo di aggregazione; restano esclusivamente consentiti il transito e l’attività sportiva di transito e non stazionaria secondo quanto disciplinato dal vigente Dpcm in materia”.

L’ordinanza comprende anche “il divieto permanente e giornaliero, sempre h24, di consumo di alimenti e bevande di qualsiasi gradazione alcolica su aree pubbliche, incluse le aree demaniali, le strade e piazze”. Il sindaco di Giardini ha ricordato l’obbligo di avere sempre con sé i dispositivi di protezione, nonché l’obbligo di indossarli nei luoghi chiusi diversi da abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto, ad eccezione dei casi previsti nel vigente Dpcm e l’obbligo di rispetto di tutte le misure previste dalla normativa vigente, nazionale e regionale.

© Riproduzione Riservata

Commenti