Giardini Naxos - Consorzio Rete Fognante
il depuratore di Giardini Naxos

TAORMINA – Consegnati i lavori per la risagomatura dell’Alcantara e per salvare il confinante depuratore di Giardini Naxos dalla piena del fiume. Il Dipartimento Regionale di Protezione Civile ha disposto l’avvio dei lavori d’urgenza che tengono conto della “dinamica geomorfologica-fluviale” e dell’esigenza di salvaguardare dal rischio ambientale le strutture di contrada Pietre Nere (Giardini Naxos) che servono il comprensorio per la depurazione dei comuni di Giardini, Taormina e Castelmola. La consegna, inizialmente prevista, per il 24 novembre era slittata poi di qualche giorno ma stavolta è arrivato il momento del via al cantiere, che dovrà essere predisposto e avviato con urgenza.

“I lavori inizieranno con estrema urgenza – spiega il presidente del Consorzio Rete Fognante, Mauro Passalacqua – e le attività dovranno essere portate a compimento entro un termine di 180 giorni. Nell’ambito dell’avvenuta consegna dei lavori abbiamo dato la nostra disponibilità alla Protezione Civile, e quindi all’impresa incaricata, per un supporto logistico, affinché gli addetti ai lavori possano appoggiarsi al Consorzio come base per qualsiasi necessità, anche con la collaborazione del personale e sui materiali. Speriamo che tutti insieme si possa affrontare questo problema che si trascina da diversi anni del rischio di esondazione dell’Alcantara, che è accanto agli impianti di depurazione e già in alcune occasioni stava per oltrepassare il muro di confine ed immettersi nel nostro terreno con il pericolo di danni per l’intero comprensorio, come si può ben immaginare. Occorrerà fare questi lavori, che inizieranno subito, e che dovranno essere ultimati in 6 mesi”. “Le piogge di questo periodo – ha aggiunto Passalacqua – rischiano di complicare tutto e, dal punto di vista del calendario, questo non è il momento adatto per tali lavori ma la Protezione Civile ha dato rassicurazioni in tal senso, confermando che le opere saranno regolarmente consegnate entro i prossimi 6 mesi”.

L’impresa incaricata di Vallelunga Pratameno, in provincia di Caltanissetta, entrerà in azione a partire da questa settimana sulla base di un iter che nel 2017 ha visto l’assegnazione per queste opere di un finanziamento di 550 mila euro e l’obiettivo sarà quello di sistemare l’arginare sinistro dell’Alcantara e mettere in sicurezza il confinante depuratore consortile. Dopo una lunga attesa e un iter che sembrava quasi infinito, ora è il momento del cantiere.

© Riproduzione Riservata

Commenti