l'Hotel Ariston attuale sede della scuola materna di Taormina

TAORMINA – Manutenzioni in arrivo per risolvere alcune criticità nell’immediato e poi bisognerà cercare di stringere i denti sino alla primavera. E’ questa la soluzione, in sostanza, emersa a seguito di un sopralluogo effettuato nelle scorse ore dalla dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo, Carla Santoro, con i rappresentanti dei genitori, nella sede provvisoria attuale della scuola dell’infanzia, sita in via Bagnoli Croce presso un hotel della città (hotel Ariston) per la odierna indisponibilità dei locali della “Vittorino da Feltre” dove si stanno ristrutturando i locali della scuola elementare.

Alcune famiglie avevano protestato nei giorni scorsi lamentando problematiche riguardanti gli spazi in cui si trovano ora i bambini e ritenendo in particolare che si tratti di “classi pollaio”. Da qui la replica dell’Amministrazione comunale e poi della preside che hanno evidenziato “l’assenza di alternative” e che “non ci sono altri immobili dove poter spostare i bambini” e che al contempo hanno chiesto alle famiglie di “pazientare”.

Anche per questo, nel frattempo, la struttura alberghiera ha messo a disposizione il proprio manutentore per poter eseguire alcuni lavori in grado di risolvere alcune criticità. “Abbiamo effettuato un sopralluogo e si e’ deciso di effettuare alcuni piccoli interventi, come richiesto dalle famiglie – ha detto la preside, prof.ssa Santoro -. In ogni caso la sede della scuola dell’infanzia rimarrà questa e adesso dovremo cercare tutti di andare avanti in questi locali. Nel frattempo dovrebbe poi concludersi nei primi mesi dell’anno la prima fase dei lavori in atto alla Vittorino da Feltre e questo momento dovrebbe concretizzarsi, a quanto pare, tra la fine di marzo e inizio aprile. Sino ad allora rimarremo nella sede attuale e, come detto, sarà importante collaborare tutti, sacrificarsi e far proseguire l’anno scolastico”. Tra l’altro, in vista della primavera, ovviamente, la proprietà dell’hotel che ha concesso in via gratuita al Comune i propri locali, avrà la necessità di rientrare in possesso dell’edificio per avviare delle opere in vista della riapertura per la stagione turistica 2021.

I lavori in atto alle scuole elementari hanno reso, comunque, impossibile la convivenza negli stessi spazi per i bambini della materna per via dei rumori e della polvere prodotta dalle attività di cantiere e la prospettiva per i bambini è quella di un possibile rientri nei locali di Via Cappuccini in primavera.

© Riproduzione Riservata

Commenti