ROMA (ITALPRESS) – Un confronto sulla tosse cronica, sui problemi a essa connessi, sulle indagini da svolgere, su diagnosi e terapie. E’ il dibattito organizzato in occasione del 37° Congresso Nazionale Simg, la Società italiana di medicina generale e delle cure primarie. Nel corso dell’incontro online sul tema della “Tosse cronica aspecifica idiopatica”, attraverso un confronto tra esperti, è stato approfondito il tema della tosse cronica e di alcune iniziative ad essa legate, come il ‘Progetto Toscà. “Nei pazienti che si presentano con la tosse come sintomo, nel 70% dei casi, viene posta una diagnosi di infezione delle vie aeree”, ha spiegato Marzio Uberti, medico. “Ippocrate – ha aggiunto – parlava della tosse come la voce del polmone ma, almeno su questo, si sbagliava perchè è la voce di tantissime altre cose” tra cui “forme neoplastiche, forme allergiche, interessamenti di tipo pleurico, forme di tipo irritativo” e altri problemi. Il progetto Tosca, ha evidenziato, è “l’indagine sulla conoscenza e la percezione della tosse cronica ricorrente di origine sconosciuta in medicina generale” e ha l’obiettivo di “porre le basi condivise per confrontarci, quindi ottenere un quadro qualitativo della situazione attuale in merito alle conoscenze e a come ci approcciamo al problema, attraverso una valutazione del livello di consenso e di disaccordo ad alcune affermazioni. Si tratta di mettere le basi per creare una piattaforma comune che sia un punto di partenza per la realizzazione di interventi specifici e mirati”. “In Italia – ha spiegato Alessandro Zanasi, presidente dell’Associazione italiana per lo studio della tosse – abbiamo il 10% di soggetti che hanno una tosse cronica e di questi il 30% non ha una diagnosi”. Per Zanasi “il progetto Tosca è molto interessante perchè va a cercare quel gruppo di pazienti che vanno da uno specialista all’altro e alla fine continuano ad avere la tosse”. “Da uno studio fatto in Inghilterra – ha aggiunto – sembra che la tosse abbia 112 patologie che la possono causare. Fare diagnosi di tosse spesso è difficile perchè dobbiamo andare a cercare una patologia rara che può esserne alla base”. Claudio Cricelli, presidente Simg, ha espresso soddisfazione “per lo straordinario successo di questa manifestazione. Il lavoro che sta dietro questo congresso è gigantesco. Stiamo preparando la conclusione del congresso nazionale – ha poi spiegato Cricelli – che si terrà sabato e domenica, saranno due giornate importanti: per molti anni abbiamo parlato delle cose che dovevano cambiare, stavolta dobbiamo parlare delle cose che dovranno cambiare per forza”.
(ITALPRESS).

© Riproduzione Riservata

Commenti