l'Hotel Ariston attuale sede della scuola materna di Taormina

TAORMINA – “La scelta dell’attuale sede è stata concordata con il Consiglio d’Istituto del Comprensivo e dunque con i rappresentanti delle famiglie. Siamo consapevoli che le stanze in cui si trovano attualmente i bambini nascono per altra destinazione d’uso ma al momento non ci sono altre soluzioni alternative, auspichiamo buon senso e una piena comprensione del momento”. Così l’Amministrazione comunale di Taormina conferma la sede temporanea della scuola dell’infanzia di Taormina presso un hotel della città (l’hotel Ariston) e risponde alla nota di alcuni genitori che hanno espresso critiche ed avviato una raccolta firma per esprimere disappunto sulla situazione dei bambini della materna, che da alcune settimane sono stati trasferiti in un albergo per le problematiche riguardanti i lavori di ristrutturazione in atto alla scuola “Vittorino da Feltre”.

“Abbiamo visitato tre strutture pubbliche e altre due private, e una sesta ipotesi è stata poi anch’essa valutata – spiega il sindaco Mario Bolognari – ma per vari motivi nessuno di questi edifici andava bene e poteva essere compatibile e quindi idonee con le esigenze di un trasferimento immediato dei bambini della scuola dell’infanzia. Ci siamo mossi condividendo anche con i genitori, attraverso i rappresentanti del Consiglio d’Istituto, il percorso che ha portato poi all’individuazione dell’attuale sede provvisoria”. Il primo cittadino ha confermato “la disponibilità al dialogo” ma allo stesso tempo ha evidenziato che “al momento non ci sono altre, diverse, soluzioni funzionali adeguate”.
Sulla stessa lunghezza d’onda si è espressa l’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione, Francesca Gullotta, che ha lanciato anch’essa un appello ai genitori: “E’ il momento del buon senso, c’è la necessità di andare avanti in sinergia per affrontare questa fase di grande difficoltà”.

“L’Amministrazione, con la dirigenza scolastica e le famiglie attraverso gli organi collegiali rappresentativi della scuola – afferma l’assessore Gullotta – ha avuto modo di valutare diversi immobili che non erano idonei, per tutta una serie di criticità ampiamente note. Abbiamo invitato, tra l’altro, la ditta che sta eseguendo i lavori di ristrutturazione della scuola elementare Vittorino da Feltre a fare quanto più in fretta possibile, affinchè possa concludersi la fase più invasiva del cronoprogramma che potrebbe consentire poi ai bambini di rientrare nella normale sede di via Cappuccini. Al momento l’hotel in cui si trovano i bambini, e che oltretutto è stato messo a disposizione con generosità dalla proprietà, è l’unica soluzione possibile. Le stanze sono piccole e d’altronde sono state concepite per altro tipo di utilizzo che non è quello scolastico, è vero, ma bisogna adattarsi ed è pur sempre meglio questo che la polvere e il rumore in cui i bambini non potevano più rimanere. C’è bisogno del sacrificio di tutti, resistere e far sì che si possa poi rientrare al più presto nella normalità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti